Antica Fiera di Godega: dal 5 al 7 marzo la tradizione si rinnova

Antica Fiera di Godega: dal 5 al 7 marzo la tradizione si rinnova


A marzo si rinnova l’atteso appuntamento con l’ Antica Fiera di Godega, la manifestazione della tradizione contadina organizzata dal Comune di Godega di Sant’Urbano in collaborazione con la cooperativa Gestione Eventi Service di Trento. Il 5, 6 e 7 marzo tornerà infatti una delle manifestazioni più antiche della Marca Trevigiana, nata per mettere in mostra, non solo i prodotti e i vini locali, ma quelli dell’intero territorio. L’ Antica Fiera di Godega poi non mostrerà solo il comparto vitivinicolo e agricolo, ma agromeccanico, zootecnico,  compreso il settore delle costruzioni e della bioedilizia.

A fare da contorno alla Fiera poi, ci saranno due importanti appuntamenti convegnistici, che attireranno l’attenzione degli addetti ai lavori: un primo incontro approfondirà gli aspetti legati al mondo vitivinicolo, con momenti di riflessione in materia di regolamenti agricoli, mentre il secondo approfondirà l’interessante produzione del baco da seta, con un focus sull’importanza del rilancio della bachicoltura.

Quest’anno, durane l’Antica Fiera di Godega, l’offerta dei prodotti e dei sapori legati alle eccellenze del territorio della Marca Trevigiana sarà una delle importanti novità della manifestazione. I due padiglioni “Salone Terra Nostra” e “Godega Città del Vino” rappresentano le innovazioni principali nel settore enogastronomico della Fiera. I visitatori potranno conoscere e assaggiare tutti i più importanti prodotti di importanza storica del territorio: dalle lumache ai petti d’oca, dalla birra artigianale al radicchio. I prodotti scelti sono il risultato di un accurato studio da parte di Giampiero Rorato fondatore e direttore della rivista mensile “Pizza e Pasta Italiana”.

Il Padiglione “Città del Vino” rappresenterà un’altra interessante novità nel comparto fieristico di quest’anno. Da Ottobre 2015 Godega fa parte dell’Associazione “Città del Vino” che, fondata nel 1987, ha il fine di rendere più forte il legame tra il vino ed il territorio in cui esso è coltivato.

Oltre alla cerimonia ufficiale, durante la quale verrà consegnata la bandiera con lo stemma dell’associazione, nel corso dei tre giorni di fiera le aziende vinicole del Comune di Godega  avranno modo di confrontarsi con altre eccellenze del settore provenienti dai Colli Euganei, dal Trentino e dal Friuli. Una degustazione guidata dei vini da parte dei sommelier FIS del Friuli e del Veneto, sarà un’importane occasione per  mettere a confronto  i vini locali con quelli delle altre Regioni sopra citate.

La Fiera propone un interessante appuntamento insieme alla direttrice della rivista “Quotidie Magazine” : “Le Giornate del Pane” in cui l’esperta del settore insegnerà la produzione del pane con farine “pulite”, senza l’aggiunta di additivi, secondo i principi dell’Alta Scuola di Panificazione.

Rinomati Chef come Flavio Brisotto del ristorante “Per” di Bagnolo, e Alberto Tinozzo del “Ferarut” di Rivignano, prepareranno le loro creazioni culinarie in uno “Show Cooking” che coinvolgerà il pubblico in degustazioni e assaggi.

La “Mostra Internazionale dell’Asino” sarà ospitata anche quest’anno all’interno della Fiera; i visitatori potranno incontrare le “Asinerie del Veneto e del Friuli Venezia Giulia”, e l’"Associazione Allevatori Asino Romagnolo”. Verrà presentato, per il primo anno, il “Movimento A.N.ES” (Asini a NordESt): un gruppo informale che, nato sui social, si pone come punto di scambio e coordinamento tra le varie realtà locali che hanno lo scopo di  valorizzare e salvaguardare gli asini e altresì sviluppare collaborazioni e nuove idee per chi lavora e ama questi splendidi animali.

Nella settimana precedente la Fiera, oltre alle attività didattiche per le scuole del territorio, sarà offerto il servizio “Frecciamus” , un serpentone di asini che si snoderà per le vie di Godega con stazioni e binari ad hoc. Durante la settimana di Fiera verranno proposte, ogni giorno, le più svariate attività legate al mondo degli asini,  per adulti e bambini: approccio e conoscenza dell’asino, battesimo della groppa, percorso asinabile, rilascio del diploma “Amico degli Asini” e diversi laboratori didattici.

Per comprendere ancor più il mondo degli asini, sarà allestito un “Salottino Rustico” dove si potrà discutere delle attività didattiche legate a questi animali, allevamento, trekking e turismo con gli asini. Saranno allestiti alcuni infopoint con QR-code in modo che i visitatori, con i loro tablet e/o smartphone, possano venire a conoscenza delle curiosità sul mondo dell’asino.