“In Vino Biodiversitas”

“In Vino Biodiversitas”


Diventare amici della biodiversità”: è questo il tema del primo evento organizzato da Ferrowine (www.ferrowine.it) per accendere i riflettori sul tema della biodiversità agroalimentare. Il primo aprile alle 17.30, nella splendida location a Castelfranco Veneto, in collaborazione con la storica azienda vinicola Ronchi di Cialla, Ferrowine aprirà il convegno intitolato “In vino biodiversitas”. L’onore di guidare i relatori spetterà a Stefano Cantiero, giornalista enogastronomico e conduttore di Vie Verdi, sarà lui il moderatore di un evento che può vantare tra i relatori importanti personalità e protagonisti del settore vitivinicolo italiano, tra i quali: Gianfranco Caoduro - ideatore del protocollo Biodiversity Friend Ivan Rapuzzi - titolare di Ronchi di Cialla, azienda Biodiversity Friend Francesco Iacono - vicepresidente dell'azienda Arcipelago Muratori Attilio Scienza - professore di Viticoltura presso l’Università di Milano Alessandro Scorsone - sommelier e cerimoniere di Palazzo Chigi Alberto Coffele - titolare dell’azienda biologica Coffele di Soave Massimo Sagna - titolare dell’azienda omonima importatrice di vino. Questi gli ospiti della serata, che avranno la possibilità di raccontare l’importanza della biodiversità nel settore vitivinicolo, coniugando il mondo della ricerca scientifica con le esperienze dirette del mondo del lavoro. Al termine del convegno, l’importanza della biodiversità nel settore agroalimentare continuerà a essere protagonista grazie a una degustazione di vini a cura dei sommelier di Ferrowine, con il prezioso supporto della Federazione Italiana Sommelier, partner dell’evento. In abbinamento, lo chef Andrea Valentinetti della d&g patisserie (Selvazzano Dentro, PD) proporrà alcuni assaggi della sua cucina, per l’occasione ancora più focalizzata sull’attenzione al biologico. Ingresso libero su prenotazione, da effettuarsi entro martedì 29 marzo (tel. 0423-494314 - mail: info@ferrowine.it). 

L’evento In Vino Biodiversitas è solo il primo di tre appuntamenti focalizzati sul tema della Biodiversità, che Ferrowine ha fortemente voluto per il 2016. Tre incontri per approfondire una tematica cara agli organizzatori, ma che dovrebbe coinvolgere sempre di più anche il grande pubblico. “La salvaguardia della biodiversità è un problema urgente - sottolinea Giovanni Ferro, titolare di Ferrowine - naturalmente noi da soli possiamo fare ben poco. Possiamo solo cercare di comunicare ad un pubblico più ampio possibile la cultura della biodiversità e le ragioni per cui tutti dovrebbero sostenerne la salvaguardia. Non è un tema semplice, ma è doveroso per noi affrontarlo”. I prossimi appuntamenti sono in calendario verteranno su due prodotti locali e la loro biodiversità: il 27 maggio protagonista sarà l’asparago, mentre il 2 dicembre si parlerà di radicchio