Selinunte e l’origine dei vitigni siciliani

 Selinunte e l’origine dei vitigni siciliani


Si è svolto il 15 e 16 aprile a Baglio Florio, nella stupenda cornice del Parco Archeologico, il convegno internazionale "Selinunte - produzioni ed economia di una colonia greca di frontiera", organizzato dal Club per l´Unesco Castelvetrano Selinunte.

Il convegno, che ha rappresentato il battesimo per la candidatura della città ellenica a bene Patrimonio dell’Umanità, ha affrontato il tema dell'importanza che la città di Selinunte e tutto il territorio selinuntino ebbero per la centralità politico-culturale dell’isola, per i suoi rapporti commerciali nel Mediterraneo, per l’imponenza della sua civiltà che ancor oggi si legge nella magnificenza dei suoi resti.

All'incontro ha partecipato con un interessante intervento su “La frontiera nascosta di Selinunte e l’origine dei vitigni siciliani” anche il Prof. Attilio Scienza, docente di Viticoltura alla Facoltà di Agraria dell'Università di Milano e consulente del progetto Magon Italia-Tunisia per la realizzazione di un vigneto didattico proprio dentro il Parco Archeologico di Selinunte.