Simone Spadoni, vice sindaco di Morro d'Alba (Ancona) è il nuovo coordinatore regionale delle Città del Vino delle Marche

Simone Spadoni, vice sindaco di Morro d'Alba (Ancona) è il nuovo coordinatore regionale delle Città del Vino delle Marche


Simone Spadoni, vice sindaco di Morro d'Alba (Ancona) - a sinistra nella foto - è il nuovo coordinatore regionale delle Città del Vino delle Marche. Succede a Daniele Olivi, attuale consigliere comunale al Comune di Jesi (Ancona). Le Marche del vino stanno vivendo un momento particolare, trainate dai successi del Verdicchio il cui export vola (+41,6%) e raggiunge i 17 milioni di euro. Un record per il vino bianco più premiato dalle guide italiane 2014, che si conferma l’ambasciatore delle Marche nel mondo. Oltre al fatturato estero, crescono anche i volumi esportati (+10%), che toccano quota 8,58 milioni di bottiglie. Per il Verdicchio è un momento d’oro, considerate anche le grandi potenzialità del vitigno nel segmento degli spumanti. Per ora parliamo di una nicchia di 200mila bottiglie e un fatturato di 1,2 milioni di euro sui 36,2 realizzati dagli spumanti Made in Marche, ma l’interesse è in crescita.
L’anima dell’export si conferma a stelle e strisce: tra i mercati di riferimento extra-Ue si collocano infatti gli Stati Uniti (che assorbono circa il 60% dell’export), seguiti da Canada, Giappone e Svizzera. Nel Vecchio Continente la parte da leone la fa l’Europa del Nord, in particolare Belgio, Olanda, Germania, Svezia e Inghilterra.

La Lacrima di Morro d'Alba, Città del Vino del neo coordinatore regionale, è un vino/vitigno a bacca rossa tipico di questo territorio, doc dal 1985, è conosciuto da tempi remoti ed è composta dal vitigno lacrima per almeno l’85% con l’aggiunta di Montepulciano e/o Verdicchio nella misura del 15% massimo. La zona di produzione originariamente comprendeva solo il comune di Morro d’Alba ma è stata estesa anche a comuni limitrofi di Belvedere Ostrense, Monte San Vito, Ostra, San Marcello e Senigallia, tutti in Provincia di Ancona.

Uno dei prossimi impegni per il neo eletto coordinatore Spadoni è l'organizzazione, con la collaborazione dell'Associazione Nazionale Città del Vino, del Premio Vallesina 2014, premi itinerante assegnato a personalità marchigiane che si sono distinte nel mondo della cultura, dell'imprenditoria, dell'arte e delle istituzioni che con la loro opera hanno promosso le Marche nel mondo; la prossima edizione del premio, biennale, si terrà, infatti, proprio a Morro d'Alba nel mese di giugno.