Bocale, nasce il nuovo Trebbiano Spoletino

Bocale, nasce il nuovo Trebbiano Spoletino


Semplicemente una nuova etichetta di una cantina? Non proprio. Il Trebbiano spoletino dell’azienda Bocale, infatti, è frutto di un’accurata selezione che parte da una sperimentazione avviata oltre 5 anni fa - su una vigna vecchia di oltre trentanni in affitto a Spoleto -  divenuta realtà con la piantumazione dei vigneti di proprietà ad Alzatura, nella zona più vocata di Montefalco, comune nel quale l’azienda si estende.

L’idea di produrre un vino bianco, da una cultivar sempre più importante nel panorama enologico regionale e nazionale, è nata dalla volontà di valorizzare un bene unico della zona.

«Ci tengo a precisare fin da subito – dice il titolare, Valentino Valentini - che la nostra non è stata una corsa al Trebbiano come oggetto puramente commerciale. Abbiamo seguito, certamente, lo sviluppo di alcuni illustri predecessori che hanno creduto in questo vitigno, ma da sempre come famiglia crediamo nella valorizzazione dei nostri vitigni e nella tradizione vinicola di Montefalco e dei territori vicini. Già mio nonno, infatti, nei primi anni Trenta del Novecento, coltivava il Trebbiano spoletino con il metodo della vite “maritata”».

Un percorso, quindi, che parte da lontano e che negli ultimi anni è figlio di microvinificazioni, di studi, di assaggi fatti insieme al consulente enologo Emiliano Falsini, per comprendere la giusta maturità dei vigneti al fine di esprimere il prodotto che l’azienda stava cercando.

«Con la 2015 – spiega ancora Valentini – abbiamo compreso fin da subito che eravamo nella direzione giusta. Le uve, prima, ed il vino, dopo, ci hanno fatto pensare di essere pronti per uscire con questa nuova etichetta. Sicuri che siamo solo alle prime pagine di un libro che deve essere ancora scritto».

Il Trebbiano Spolentino 2015 è un vino di grande eleganza e sapidità frutto di una vendemmia a mano, nella prima settimana di ottobre che ha visto una macerazione pellicolare a freddo per circa 12/18 ore, un affinamento sui lieviti di alcuni mesi ed un successivo affinamento in acciaio per sei mesi prima di essere imbottigliato. A Bocale pensano che questo vino abbia anche una buona capacità di invecchiamento fino a 5 anni. Ad oggi sono state prodotte 5200 bottiglie.

_______ 

Bocale è un’azienda relativamente giovane. Nasce nel 2002 per volontà di Valentino Valentini, che riprende l’attività del nonno, produttore fin dal 1927, reimpiantando i nuovi vigneti. La prima vendemmia si ha nel 2005. Nel 2010 è presa in affitto una vecchia vigna di Trebbiano Spoletino. I buoni risultati ottenuti, spingono l’azienda a piantumare nella località di Alzatura, particolarmente vocata per questa cultivar, i vigneti di Trebbiano Spoletino.

INFO: www.bocale.it

A Vinitaly (Pad 2 A9/F9 desk 8) sarà presentato il nuovo vino