Nino D'Antonio nuovo direttore responsabile de l'Enologo

Nino D'Antonio nuovo direttore responsabile de l'Enologo


Importante incarico per Nino D’Antonio, collaboratore di lungo corso dell’Associazione Nazionale Città del Vino. D’Antonio è il nuovo direttore responsabile de “l’Enologo” la rivista mensile ufficiale dell’Associazione enologi ed enotecnici italiani, organizzazione di categoria dei tecnici vitivinicoli, conosciuta più semplicemente come Assoenologi, presieduta da Riccardo Cotarella.

D’Antonio firma il suo primo numero per l’edizione di marzo, che introduce al Vintaly di Verona (10-13 aprile) nell’anno del cinquantesimo anniversario della prestigiosa fiera del vino, e in vista del 71° congresso della categoria che si terrà a Verona dal 2 al 5 giugno. D’Antonio firma anche un approfondito “viaggio nell’Italia del gusto” con un ampio servizio sul formaggio e il prosciutto di Parma.

“Non capita spesso di essere chiamato alla gerenza responsabile di una rivista con un tale retaggio di storia – scrive D’Antonio presentandosi ai suoi nuovi lettori – è un incarico che mi riempie di orgoglio e al quale non mancherò di dedicare ogni mia energia. Confrontarmi con con l’Enologo, che ha quarant’anni più di me, merita tutto il mio rispetto”.

Nino D’Antonio, napoletano, ex docente di Letteratura italiana all’Università di Napoli, scrittore (ha dato alle stampe una trentina di libri tra narrativa e saggistica), ha ricevuto nel corso della sua lunga carriera numerosi riconoscimenti. Nel corso degli ultimi quindici anni ha collaborato attivamente con l’associazione Nazionale Città del vino sia attraverso suoi numerosi articoli per la rivista “Terre del Vino”, sia pubblicando numerosi libri.
Per Città del Vino (tramite la società di servizi Ci.Vin srl, ha scritto: Costa d’Amalfi borghi di vini; Vini e genti di Sicilia; Don Calò e altri racconti; Il vino si fa immagine; Campania: le 40 Città del Vino; Uomini e Vini; Incontri in cantina; Dietro la bottiglia; Riccardo Cotarella, quasi un ritratto; Un tris vincente; Monrubio, la nostra casa; A passo d’uomo nelle terre del vino; Meastri in Primitivo.

A Nino D’Antonio l’augurio di buon lavoro da parte della Redazione e di tutti i sindaci delle Città del Vino.