Cordoglio delle Città del Vino per la morte di Giacomo Rallo

Cordoglio delle Città del Vino per la morte di Giacomo Rallo


 

Il mondo del vino si stringe attorno alla famiglia Rallo colpita nei suoi affetti più cari con l’improvvisa morte di Giacomo Rallo, avvenuta questa mattina, patron dell’Azienda Donnafugata, figura di primo piano nel panorama enologico italiano e internazionale.

Floriano Zambon, presidente dell’Associazione Nazionale Città del Vino, esprime – a nome di tutti i sindaci delle terre del vino - il più sincero cordoglio alla famiglia, in particolare alla moglie Gabriella e ai figli Josè e Antonio. “Con Giacomo Rallo – affewrma Zambon –scompare uno dei più importanti protagonisti della scena enologica siciliana e, di conseguenza, dell’Italia intera. I grandi vini che portano il nome di Donnafugata sono da anni ambasciatori del made in Italy nel mondo. Piace ricordare lo straordinario successo del Ben Ryè passito di Pantelleria, più volte assurto al vertice dei vini premiati dal nostro concorso enologico “La Selezione del Sindaco” dove ha sempre conquistato medaglie d’oro e gran medaglie d’oro, dando prestigio alla nostra manifestazione.”

Nato a Marsala nel 1937, dopo una laurea in Giurisprudenza, entra nell'azienda di famiglia; nel 1983 fonda, con la moglie Gabriella Anca, Donnafugata, proseguendo una storia nel vino lunga cinque generazioni. Artefice del processo di rinnovamento del vino siciliano, si fa portavoce dell'esigenza di una nuova e più alta coesione del sistema produttivo dell'isola,  promuovendone il valore qualitativo oltre che culturale e d'immagine.  Un impegno che lo vedrà protagonista in Unione Italiana Vini, Federvini e nella nascita di Assovini Sicilia.  Nel 2006 è nominato Cavaliere del lavoro.

La camera ardente è stata allestita, dalle ore 15:00 di oggi 10 maggio presso le Cantine Storiche di Marsala (Via S. Lipari, 18); le esequie si terranno domani 11 maggio, alle 16:00, nella Chiesa Madre della città di Marsala.