15 anni di vino e cultura nelle Terre Sicane

15 anni di vino e cultura nelle Terre Sicane


Quest’anno la Strada del Vino di Terre Sicane festeggia il suo quindicesimo anniversario con il Convegno “2001-2016, quindici anni per lo sviluppo del Territorio” , un’iniziativa promossa per ribadire ancora una volta il legame tra vino, cultura e territorio, ovvero “Il Gusto della Cultura”.

La Strada del Vino di Terre Sicane è un itinerario-sistema volto a fare conoscere il territorio dei Comuni di Contessa Entellina, Menfi, Montevago, Sambuca di Sicilia, S. Margherita di Belice e Sciacca, attraverso un percorso di storia, arte e tradizioni che con i miti e le leggende si legano ai luoghi, ai prodotti tipici e soprattutto ai vini. Non a caso a sostenere la nascita di questa strada del vino, subito dopo quella di Alcamo e subito prima di quella di Marsala, è stata l’Associazione Nazionale Città del Vino che in questo connubio tra vino e cultura tra paesaggio e cultura della vite e del vino, vede uno dei principali elementi di differenziazione competitiva del nostro Paese rispetto ad altre destinazioni prive di questa peculiarità e quindi uno dei punti di maggiore attrattività turistica e sviluppo locale.  

La Strada del Vino Terre Sicane ha peraltro recentemente coordinato il progetto Iter Vitis Magon, il circuito di turismo culturale ed enogastronomico avviato con fondi Ue e una nutrita puralità di partners italo-tunisini (Associazione Internazionale Iter Vitis, Associazione Nazionale Città del Vino, Parco archeologico di Selinunte-Cave di Cusa, Soprintendenza per i Beni Culturali e ambientali di Agrigento, Assessorato dell'Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea Soat di Sciacca, Union Tunisienne de l'Industrie du Commerce et de l'Artisanat - Utica, Agence pour la Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle, Federation Tunisienne des Agences de Voyages et de Tourisme e Institut National de Patrimoine) per valorizzare un “viaggio della conoscenza” sulle tracce all'agronomo cartaginese Magon tra i territori di Cartagine e Selinunte, combinando la cultura del vino allo straordinario patrimonio archeologico e alla Dieta mediterranea riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio mondiale dell’Umanità.

Le Terre Sicane sono territori densi di storia che raccontano il continuo susseguirsi di conquiste e dominazioni dell’isola. E’ una Sicilia delle stratificazioni che il tempo ha sedimentato armonizzando i singoli apporti di culture e tradizioni introdotte da elimi e sicani, punici, greci, romani, bizantini, arabi, normanni, angioini ed aragonesi. Storie e saperi che hanno forgiato anche una enogastronomia variegata, ricca di sapori e di profumi e che oggi vedono le esperienze produttive di grandi marchi storici dell’isola affiancarsi a quelle di giovani viticultori che, con dedizione e passione, hanno dato sostanza all’eccellenza enologica di questi territori valorizzando sia i vitigni autoctoni - Nero d’Avola, Catarratto, Inzolia - sia gli internazionali come Chardonnay, Merlot e Cabernet. Da Santa Margherita di Belìce con la visita al Parco Tomasi di Lampedusa per conoscere da vicino i luoghi del “Gattopardo” alla Riserva Naturale della Foce del Fiume Belìce, il tour attraversa colline e sentieri di campagna, boschi di macchia mediterranea, acque cristalline e dune di sabbia, senza dimenticare l’oasi della LIPU intorno al Lago Arancio, le Terme Acqua Pia di Montevago. Fino ad arrivare a Sambuca di Sicilia, proclamata Borgo dei Borghi 2016 per il suo fascino suggestivo e unico , per concedersi una sosta a Palazzo Panitteri, sede della Strada del Vino Terre Sicane, dell’Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa Iter Vitis e del Museo Archeologico Palazzo Panitteri.

Proprio nel secentesco Palazzo Panitteri sabato 21 maggio, alle ore 18.00, si è tenuto il Convegno “2001-2016, quindici anni per lo sviluppo del Territorio”.Dopo i saluti del Sindaco Leo Ciaccio e della Presidente della Strada Marilena Barbera, sono intervenuti, tra gli altri, Diego Planeta per Azienda Planeta e Paolo Benvenuti, Direttore dell’Associazione Nazionale Città del Vino e Presidente di Iter Vitis, e l’Assessore Regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.

In occasione dell’iniziativa - dice Gori Sparacino, Direttore della Strada del Vino Terre Sicane - è stata inaugurata, in una “purrera” del quartiere Saraceno, “L’Enoteca dei Rossi Iter Vitis" che vuole essere l’archivio storico della vitivinicoltura delle Terre Sicane, per rafforzare sempre di più l’immagine vitivinicola del nostro Territorio”.

Il Convegno si inserisce nella cornice della I edizione di “Il Borgo colore del vino”, il festival del vino e del libro che intende coniugare l’eccellenza enologica del territorio con la letteratura. La rassegna, che dal 20 al 22 maggio ha visto le vie del borgo riempirsi di scrittori, giornalisti ed esperti, è stata organizzata dal Comune di Sambuca di Sicilia in collaborazione con Naxoslegge e La federazione delle Strade Vino e Sapori di Sicilia.

Invito quindici anni enoteca rossi strada del vino maggio 2106