Il Sindaco di Noto nuovo coordinatore regionale delle Città del Vino della Sicilia

Il Sindaco di Noto nuovo coordinatore regionale delle Città del Vino della Sicilia


Il Sindaco di Noto (Siracusa), Corrado Bonfanti, è il nuovo Coordinatore regionale delle Città del Vino della Sicilia. Succede a Calogero Impastato, già Sindaco di Montevago. Il passaggio di consegne è avvenuto a Noto, il 6 settembre scorso, a Palazzo Ducezio, sede del Municipio; Bonfanti guiderà l'Associazione che in Sicilia annovera circa 40 Comuni associati, tra di essi il meglio dei territori vitivinicoli di qualità.

Alla presenza dei vertici nazionali delle Città del Vino, con il Presidente nazionale Floriano Zambon, Sindaco di Conegliano (Treviso) e del Direttore generale Paolo Benvenuti, l'incontro è stata anche l'occasione per consegnare l’attestato della Medaglia d’Oro del concorso enoligico internazionale delle Città del Vino “La Selezione del Sindaco”, all’Azienda “Terre di Noto” di Antonino Di Marco, per il suo moscato passito “Lapalicca”; attestato che è statp cpnsegnato anche al Sindaco Bonfanti come previstop dal regolamento del concorso che premia sia le aziende sia i Comuni dove l'impresa agricola opera.

Nella foto il momento della consegna avvenuta in Sala degli Specchi a Palazzo Ducezio martedì 6 settembre.

“Sono molto contento di trovarmi nuovamente nella città di Noto – ha dichiarato il Presidente Nazionale delle Città del Vino Zambon. Questo è un momento importante, perché l’assegnazione di una delle nostre Medaglie d’Oro assume ancor più valore se consideriamo che al concorso svoltosi a L’Aquila, hanno partecipato oltre 1.200 etichette provenienti dall’Italia e dall’estero. Un premio all’eccellenza di questo territorio, ed avere come nuovo Coordinatore Regionale Corrado Bonfanti mi rende particolarmente felice. So per certo che nel secondo quinquennio di un mandato amministrativo è possibile vedere i frutti del proprio impegno e del proprio lavoro. Dunque grande soddisfazione per quanto sta avvenendo in Sicilia in tema di promozione della cultura del vino che si lega a doppio filo con quella del territorio a cui appartiene. Non per nulla oggi i dati del nostro Osservatorio sul turismo del vino ci dicono che sono circa 13 milioni gli enoturisti che viaggiano lungo le strade del vino italiane". Floriano Zambon ha inoltre espresso l'augurio che la Sicilia, nell'ambito della rete delle Città del Vino, "ritorni a dare un'impronta sempre più positiva di sé come del resto la storia ha dimostrato".

Calogero Impastato è stato nominato da poco Presidente di Iter Vitis Italia, associazione italiana per lo sviluppo dell'Itinerario Culturale Europeo "Iter Vitis - Les chemins de la vigne". Della Giunta del Coordinamento delle Città del Vino siciliane fanno parte: Alfio Cosentino, Sindaco di Milo; Roberto Bruno, Sindaco di Pachino; Franco Valenti, Sindaco di Santa Margherita Belice. Nel Consiglio Nazionale, come membro, è stato nominato Leo Ciaccio, Sindaco di Sambuca di Sicilia (Borgo dei Borghi 2016).

“Il 2017 sarà l'anno del trentennale dell'Associazione – ha affermato il direttore delle Città del Vino, Paolo Benvenuti - e siamo contenti dei passi in avanti compiuti grazie alla forza della rete, l’innalzamento della qualità del prodotto e l’aumento dei dati relativi all’enoturismo. Ricordo che la nostra Associazione fa parte della rete europea delle Città del Vino Recevin che ogni anno elegge una Città Europea del Vino e nel 2013 fu proprio una città siciliana, Marsala, a fregiarsi di tale riconoscimento. Quest'anno è stata la volta di Conegliano-Valdobbiadene, terra del Prosecco Superiore Docg”.

Lo scorso 2 settembre, tra l'altro, la Giunta comunale di Noto ha deliberato il rilancio del progetto dell’enoteca regionale di Noto, ripreso con nuovo vigore solo ultimamente, e adesso si è vicini alla sua apertura: “L’accordo tra l’Associazione “Le Strade del Vino” e il Comune di Noto, sancito da un protocollo d’intesa, permetterà la nascita, nella nostra città, di un importante centro qualificato di promozione dei nostri prodotti locali a partire dalla produzione vitivinicola – spiega il Sindaco Bonfanti - una vetrina internazionale che sarà allestita presso la Loggia del Mercato, meta di migliaia di visitatori: Qui si potranno degustare i nostri vini e i prodotti di alta qualità della nostra terra. Sono molto felice di avere accelerato i processi per attivare quella che diverrà una delle più importanti enoteche della Sicilia.