Ghemme vince il Palio delle Botti di Serrone

Ghemme vince il Palio delle Botti di Serrone


Con la vittoria della Città di Ghemme (No) nel Palio delle Botti di domenica 21 agosto, che ha ottenuto la qualificazione per la gara nazionale organizzata dalle Città del Vino, si è chiusa la 58a edizione della Sagra del Vino Cesanese di Serrone, Città del Vino della provincia di Frosinone dove per alcuni giorni si è parlato di qualità del Vino DOCG Cesanese del Piglio, poiché il Comune è situato al centro delle tre produzioni di Cesanese: Affile, Olevano Romano e Piglio.

La gara si è sviluppata in 900 metri del percorso nel cuore della frazione La Forma e ha visto la partecipazione di 9 città del vino. Gli atleti di Ghemme (Novara) sin dalla partenza hanno dimostrato di essere i più forti, seguiti dai ragazzi di Maggiora (Novara) e Nizza Monferrato (Asti) che si è classificata al 3° posto; quarta la squadra di Suvereto (Livorno); al quinto posto i rappresentanti di Avio (Trento), al sesto Furore (Salerno), al settimo i locali di Serrone (Frosinone) e infine Cavriana (Mantova). Ottima l’accoglienza ricevuta e impeccabile l'organizzazione del Comune e degli organizzatori per un fine settimana coinvolgente sotto tutti gli aspetti. A premiare gli ospiti il Sindaco Natale Nucheli, il Vice Sindaco Gabriele Lolli e speaker l’assessore alla cultura Antonietta Damizia.

La manifestazione è stata aperta dagli sbandieratori del Cardinale Borghese di Artena e dalla sfilata in costumi ciociari storici.

“Nel ringraziare tutti i partecipanti che hanno svolto una gara esemplare – ha affermato il Sindaco Nucheli - ho voluto evidenziare la crescita della Sagra in qualità e nell’organizzazione”. A conclusione della serata è arrivato anche l’assessore regionale all’ambiente Mauro Buschini.

La cucina locale è stata protagonista: bistecche di oltre 2 Kg, lumache, pane al Cesanese, mortadella alla Passerina (carne di maiale frullata dentro il vino bianco) e tante altre specialità sono state degustate dai tantissimi partecipanti. Ottimi i vini DOCG dei tre produttori di Serrone, Giovanni Terenzi, Mario Terenzi e Rapillo. Una Sagra che ha lasciato tutti contenti, organizzatori a cominciare dal presidente Pio Fianco, che dal palco ha ringraziato quanti hanno collaborato per la realizzazione della quattro giorni di  festa.