Premio “YOU‘RE ETICO” a DIVERSAMENTE DOC di Manzano

Premio “YOU‘RE ETICO” a  DIVERSAMENTE DOC di Manzano


Amorim Cork Italia veste panni inediti al prossimo Merano Wine Festival, in programma dal 4 all’8 novembre nell’omonima città. In collaborazione con Vinibuoni d’Italia, che presenterà la sua Guida 2017 durante la prestigiosa kermesse enologica, l’azienda portoghese la cui filiale italiana ha sede a Conegliano assegnerà il premio “YOU’RE ETICO” al progetto solidal-enologico che si è maggiormente distinto per costanza, profondità di intervento e rilevanza sul territorio.

Forte del riconoscimento del suo progetto ETICO quale primo circolo virtuoso italiano, Amorim Cork Italia ha affiancato Vinibuoni d’Italia nell’importante compito di individuare il miglior rappresentante per la categoria sociale, tra i tanti validi progetti che sono giunti in candidatura. Ad emergere è stata l’iniziativa DIVERSAMENTE DOC dell’Azienda Agricola Giorgio Colutta di Manzano (UD) nata nel 2011, che ha visto un gruppo di 8 persone con disabilità intellettive e relazionali, dai vissuti differenti, impegnarsi nella vendemmia, con il supporto dello staff dell’azienda vitivinicola e di alcuni volontari dell’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale (ANffAS) di Udine. 1000 le prime Magnum con marchio “Diversamente DOC” prodotte: il gruppo ha seguito tutte le fasi, dalla raccolta all’imbottigliamento fino a creare le etichette e il packaging del confezionamento. Un iter ripetuto negli anni a seguire e che ha visto una presenza esponenziale dei ragazzi coinvolti.

Il riconoscimento “YOU’RE ETICO” va ad avvalorare la forza che può nascere dalla sincera volontà di fare impresa in maniera corretta e condivisa. Un premio che è innanzitutto una forma di gratitudine nei confronti di chi è solidale nel quotidiano: “Ci onora poter consegnare questa prima edizione del Premio a una realtà che abbina la sua attività produttiva alla capacità di rendere migliore la vita quotidiana dei ragazzi e delle loro famiglie - afferma l’a.d. di Amorim Cork Italia Carlos Santos - L’augurio è che un futuro più virtuoso diventi un’abitudine nobile, noi lo dimostriamo continuamente con ogni singolo tappo in sughero: le più piccole realtà possono essere una fonte inesauribile di ricchezza di valori genuini”.

Una occasione in più per ricordare come ETICO nasca e si evolva ben oltre il progetto in sé: è la chiave con cui definire ogni nostro atteggiamento, è il valore aggiunto che possiamo compiere nelle nostre scelte quotidiane per un mondo più giusto, da affidare alle generazioni future. 

Il Gruppo Amorim è la prima azienda al mondo nella produzione di tappi in sughero, in grado di coprire da sola il 25% del mercato mondiale di questo comparto, e il 23% del mercato globale di chiusure per vino; conta 22 filiali distribuite nei principali paesi produttori di vino dei cinque continenti. Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano (Treviso), filiale italiana del Gruppo Amorim, si è confermata nel 2015 azienda leader del mercato del Paese, in grado di soddisfare da sola il 25% della richiesta nazionale. Con i suoi 40 dipendenti e una forza commerciale composta da 55 agenti, nel 2015 ha registrato 480 milioni di tappi venduti per un fatturato, in crescita, di 48 milioni di euro (+11% rispetto al 2014). La sua leadership è dovuta ad una solida rete tecnico-commerciale distribuita su tutto il territorio della penisola, ad un efficace servizio di assistenza pre e post vendita ma anche all’avanguardia dei suoi sistemi produttivi e gestionali e soprattutto del suo reparto Ricerca&Sviluppo, al quale si associa una spiccata sensibilità per la tutela dell’ambiente e in particolare per la salvaguardia delle foreste da sughero. Lo sguardo al futuro vede una sempre più solida alleanza tra Tecnologia e Natura, con importanti risultati anche in termini di sostenibilità sociale: con il progetto Etico, Amorim Cork Italia ha infatti portato a compimento il primo circolo virtuoso di tutta la nazione, realizzando una granina per la bioedilizia generata dai tappi usati e raccolti dalle onlus che aderiscono all’iniziativa e ricevono dall’azienda un contributo per i propri progetti.