Castellinaldo®, il marchio collettivo per la Barbera d’Alba

Castellinaldo®, il marchio collettivo per la Barbera d’Alba


Interessante novità dal Piemonte e, in particolare, dal territorio del Roero. I produttori vitivinicoli di Castellinaldo d’Alba, da sempre molto legati al vino Barbera d’Alba, hanno depositato, tramite la loro associazione “Vinaioli di Castellinaldo” e lo Studio Ghezzi, il marchio collettivo Castellinaldo® per caratterizzare i loro vini Barbera d’Alba Doc. Da parecchi anni, infatti, i produttori di questo piccolo paese del Roero sono riuniti nell’associazione Vinaioli di Castellinaldo e lavorano per sottolineare il forte legame che le loro vigne hanno con la vite di Barbera e le loro aziende con la Barbera d’Alba.

Così, dalla metà degli anni Novanta, molti di loro producono una Barbera d’Alba che nel tempo hanno cominciato a caratterizzare indicando il nome del loro paese – Castellinaldo – in etichetta per dare una maggiore informazione sull’origine del loro vino. A partire da quegli anni, la stessa associazione che li riunisce - la Vinaioli di Castellinaldo – li ha spronati a individuare delle regole più restrittive nella produzione della Barbera d’Alba targata con il nome del paese.

 

Dopo anni di evoluzione lenta, nei mesi scorsi il progetto ha ripreso vigore e così il gruppo associato dei produttori ha deciso di affidarsi al marchio collettivo “Castellinaldo®per dare ufficialità al lavoro e caratterizzare con ancora più forza le bottiglie di Barbera d’Alba prodotte nelle vigne di questo paese e su poche colline intorno. Il marchio collettivo “Castellinaldo®è stato depositato il 7 ottobre scorso. D’ora in poi chi vorrà produrre il vino Castellinaldo Barbera d’Alba dovrà rispettare le norme più restrittive del suo Regolamento ed essere aderente alla Vinaioli di Castellinaldo, titolare del marchio.

 

Le principali regole più restrittive

Zona di produzione: le uve Barbera destinate alla produzione del vino Barbera d’Alba designato con il marchio collettivo “Castellinaldo®devono essere prodotte nell’intero territorio del comune di Castellinaldo d’Alba e in parte dei territori dei comuni di Vezza d’Alba, Canale, Priocca, Magliano Alfieri, Castagnito e Guarene, in provincia di Cuneo.

Resa di uva per ettaro: la quantità massima di uva a ettaro non deve superare le 9,00 ton., pari a 63 ettolitri di vino.

Operazioni di vinificazione e maturazione: le operazioni di vinificazione e maturazione del vino devono essere effettuate all’interno del territorio del comune di Castellinaldo d’Alba. Tuttavia, sono concesse deroghe anche al di fuori di tale Comune, ma nell’ambito delle province di Cuneo e Asti.

Periodo di maturazione del vino: il vino Barbera d’Alba Doc designato con il marchio collettivo “Castellinaldo®dev’essere sottoposto a un periodo di maturazione di almeno 14 mesi calcolati dal 1° novembre dell’anno di produzione delle uve. Nell’ambito di tale periodo, il vino deve trascorrere almeno 6 mesi di maturazione in contenitori di legno e almeno 3 mesi di affinamento in bottiglia.

Caratteristiche dei vini al consumo: il vino Barbera d’Alba designato con il marchio collettivo “Castellinaldo®, all’atto dell’immissione al consumo, deve avere una gradazione alcolica minima complessiva di 12,5 % Vol. e un estratto secco netto minimo di 24 per mille.