Trentodoc Bollicine sulla Città 2016

Trentodoc Bollicine sulla Città 2016


Torna, per il dodicesimo anno consecutivo, Trentodoc Bollicine sulla Città: la manifestazione propone - dal 18 novembre all’11 dicembre - appuntamenti, degustazioni, eventi e incontri per scoprire il primo metodo classico DOC riconosciuto in Italia.

La kermesse, organizzata dall’Istituto Trento Doc in collaborazione con la Camera di Commercio I.A.A. e il supporto della Provincia autonoma di Trento, si compone di diverse iniziative che animeranno la città di Trento fino a metà dicembre.

Palazzo Roccabruna - storica sede del Concilio di Trento, oggi Enoteca provinciale del Trentino - sarà la cornice riservata agli appassionati per degustazioni libere e guidate, seminari e approfondimenti e la presentazione delle nuove etichette 2016 oltre a proposte di abbinamento con il cibo.

Ma a vivere e ad essere animata sarà tutta la città, sia con “Happy Trentodoc”, in collaborazione con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, che coinvolgerà bar, winebar ed enoteche con aperitivi 100% trentini - bollicine di montagna e i prodotti gastronomici del territorio - sia con “Trentodoc in Cantina”: per l’occasione le case spumantistiche apriranno le porte delle proprie cantine e proporranno una formula diversa (con mostre, spettacoli, presentazioni di libri..) per scoprire dove nasce Trentodoc.

Agli operatori sarà dedicata la giornata del 19 novembre al MUSE - il Museo delle Scienze. 43 case spumantistiche saranno presenti con 115 etichette in mescita, proposte direttamente dalle cantine.

Di particolare interesse la giornata del 20 novembre: alle ore 10.30, presso il Grand Hotel Trento, in occasione del Congresso nazionale A.I.S., si svolgerà la finale del Concorso “Miglior Sommelier d’Italia” dell’Associazione Italiana Sommelier. Sul palcoscenico, i tre sommelier finalisti mostreranno al pubblico la loro bravura, competenza e conoscenza del vino. A premiare il vincitore sarà l’Istituto, a nome delle 45 case spumantistiche associate.

Infine, dal 4 dicembre all’8 gennaio 2017, durante “È Natale… a Riva del Garda”, vi sarà il “Percorso del Gusto Trentodoc” un itinerario gastronomico speciale dedicato a Trentodoc all’interno del “Villaggio del Gusto”.

 

Per scoprire tutto il programma: tel. +39 3332519073 - hashtag ufficiale #TrentodocBollicine - press.istituto@trentodoc.com - www.trentodoc.com

 

ENOTECA PROVINCIALE DEL TRENTINO - PALAZZO ROCCABRUNA

Dal 19 Novembre all’11 Dicembre. Per tutta la durata della manifestazione, Trentodoc in abbinamento a gustosi piatti caldi e taglieri di formaggi e salumi legati alla tradizione della cucina trentina.

Ogni Giovedì e Venerdì dalle 17:00 alle 22:00

Ogni Sabato, Domenica dalle 11:00 alle 22:00

Ogni sabato sera cucina con chef trentini.

Durante le giornate di apertura, seminari di degustazione con le nuove etichette Trentodoc presentate durante il 2016. Info: 0461887101

 

TRENTODOC AL MUSE

19 Novembre - dalle 11 alle 17. Per tutta la giornata sarà aperto il banco assaggio alla presenza di 43 case spumantistiche trentine con 115 etichette Trentodoc in degustazione. Riservato agli operatori del settore, per richiedere l’accredito scrivere a bollicine@trentodoc.com

 

MIGLIOR SOMMELIER D’ITALIA ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER 2016 - PREMIO TRENTODOC

Domenica 20 novembre ore 10.30 presso il Grand Hotel Trento. Nell’ambito del Congresso nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier si terrà la finale nazionale del Concorso Miglior Sommelier d’Italia 2016. Evento aperto al pubblico, gratuito, su prenotazione, fino a esaurimento posti. Per iscriversi: bollicine@trentodoc.com

 

TRENTODOC IN CANTINA

Dal 21 Novembre all’11 Dicembre. Eventi, degustazioni, abbinamenti insoliti, presentazioni e spettacoli teatrali nelle sedi delle case spumantistiche trentine.

 

HAPPY TRENTODOC

Dal 18 Novembre all’11 Dicembre Aperitivo 100% trentino: Trentodoc incontra la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con stuzzicanti abbinamenti

 

PERCORSO DEL GUSTO TRENTODOC

Riva del Garda, dal 4 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, tutti i fine settimana, dalle 14 alle 19. Nell’ambito del programma "E' NATALE... A RIVA DEL GARDA", viene proposto un itinerario dedicato alla cucina della tradizione e Trentodoc. Gli ospiti, recandosi presso il “Villaggio del Gusto”, potranno aderire al “Percorso del Gusto Trentodoc” che prevede la scelta di quattro piatti (cucinati con materie prime del territorio) fra tutti quelli proposti da ventitrè ristoratori trentini, abbinandoli a due calici di Trentodoc, sempre a scelta fra 23 etichette. L’evento è a pagamento. Info: Proloco Riva del Garda: 0464755639 - Info@villaggiodelgusto.com 

 

Trentodoc, bollicine di montagna

La sua storia iniziò nei primi anni del ‘900 con Giulio Ferrari, studente all’Imperial Regia Scuola Agraria di San Michele, che dopo numerosi viaggi-studio in Francia, di rientro a Trento e per primo, nel cuore della città, diede il via alla sua produzione di metodo classico: piccola, ma di elevata qualità. Da allora molti lo seguirono, fino al riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata “Trento” nel 1993, come prima in Italia riservata a un metodo classico. Trentodoc oggi unisce 45 produttori, è una realtà in costante crescita e ogni casa spumantistica persegue la sua personale filosofia, conferendo a questo metodo classico sfumature diverse, adatte a ogni gusto, occasione e abbinamento. Con un unico comun denominatore: la qualità.

Le viti adatte a diventare Trentodoc, prevalentemente coltivate a pergola trentina, crescono ad altitudini comprese tra i 200 e gli 800 metri, con un clima caratterizzato da notevoli escursioni termiche fra giorno e notte; viti e uva che una volta diventate vino, gli conferiscono come tratti distintivi eleganza, freschezza e persistenza. Trentodoc può anche fregiarsi oggi di una “carta di identità” che certifica la sua origine e il suo legame con il territorio, frutto di una ricerca della Fondazione Mach di San Michele all’Adige, in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura e con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

La qualità di Trentodoc “Bollicine di montagna” è affidata al disciplinare di produzione, che fissa rigidi canoni e controlli lungo tutta la filiera. Le uve dalle quali si ottiene sono Chardonnay, il cui vitigno è uno dei più coltivati in provincia (circa 26% della superficie vitata), Pinot nero, il Pinot bianco e Pinot meunier. La vendemmia è svolta manualmente e il “vino base” è affidato a una lenta maturazione in bottiglia, che varia da un minimo di 15 mesi a un minimo di 36 per la riserva ma arriva fino a 10 anni sui lieviti per i Trentodoc più raffinati ed evoluti.

Il marchio collettivo Trentodoc nasce nel giugno del 2007, al termine di un percorso che ha coinvolto rappresentati del mondo produttivo, delle istituzioni (in primis la Provincia Autonoma di Trento e Trentino Marketing) e la Camera di Commercio di Trento. Le due “O” contenute nel marchio, vogliono simboleggiare il gesto del “remuage”, tipico del metodo classico.

Ad occuparsi della promozione del marchio è l’Istituto Trento Doc, fondato nel 1984 che rappresenta oggi 45 case spumantistiche trentine. Dal 2016 e per le prossime tre edizioni, Trentodoc sarà partner di AIS - Associazione Italiana Sommelier - nell’ambito del Concorso che assegna il titolo di Miglior Sommelier d’Italia e il premio Trentodoc. Il Concorso candida il vincitore alle finali mondiali del più preparato comunicatore del vino.