Cantine Settesoli sostiene il Parco di Selinunte

Cantine Settesoli sostiene il Parco di Selinunte


Settesoli sostiene Selinunte
PRIMO FUNDRAISING DEL VINO A FAVORE
DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO SICILIANO

 Finanziamento privato, fundraising, campagna di promozione sui punti vendita della GDO Italia, IBAN e sito web dedicato

Cantine Settesoli, il vigneto più grande d’Europa (6000 ettari), ha deciso di agire a sostegno del Parco Archeologico più grande d’Europa (310 ettari), il Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, un’eredità di inestimabile valore che ha bisogno di salvaguardia continua.
Vito Varvaro, presidente di Cantine Settesoli, afferma: "Cantine Settesoli, una cooperativa vinicola che dà lavoro al 70% delle famiglie di Menfi sa che il gioco di squadra è fondamentale per vincere. Unirsi, fare sistema è l’unico modo per riuscire a tutelare l’immenso patrimonio artistico italiano e per incrementare lo sviluppo economico, turistico e culturale del territorio e della comunità.”
L’obiettivo che Cantine Settesoli e l’Assessorato Regionale Beni Culturali ed identità siciliana, si sono prefissi è ambizioso: raccogliere € 500.000 per sostenere in maniera efficace e duratura una delle meraviglie del nostro Paese.
Oltre alla donazione di euro 20.000 fatta direttamente dalla Cantina, che ha dato il via al progetto, le attività di fundraising che coinvolgono i consumatori sono molteplici: già da subito, sugli scaffali della GDO, per ogni bottiglia SETTESOLI venduta, verranno devoluti 10 centesimi al Parco.
Inoltre è nato il sito web settesolisostieneselinunte.it su cui sarà possibile acquistare la Confezione Speciale da 2 bottiglie che devolve 1 euro al Parco, è stato aperto inoltre un IBAN dedicato su cui fare donazioni su con credito d’imposta del 65% (Art. Bonus).
A sostegno di tutte le attività una campagna marketing importante e strutturata, che fa da colonna vertebrale all’intero progetto. Vari e visivamente impattanti i materiali che la compongono, a partire dal logo, che sviscera la natura del progetto già dal primo colpo d’occhio.
Inoltre la comunicazione in Store (nazionali e regionali): collarino esplicativo sulle bottiglie, volantini, totem per le donazioni, shelftalker e basette sugli scaffali.
La campagna sarà supportata anche da un video emozionale che spiega il progetto nel dettaglio e da affissioni, pubblicità sul web e sui social network e verranno inoltre attivate importanti partnership con stampa, banche e associazioni.