Genius Loci. Alla riscoperta dell'Italia profonda

Genius Loci. Alla riscoperta dell'Italia profonda


La globalizzazione e la mala-urbanistica hanno ridefinito lo spazio pubblico e con esso il vivere collettivo. Da un lato i centri metropolitani sono sovrappopolati e il mercato del lavoro è saturo, le periferie diventano quartieri-dormitori o anonimi nuclei residenziali, i centri storici sono preda del turismo, dall’altro i borghi e i piccoli comuni italiani vivono una crisi demografica epocale e sono musealizzati al costo di uno spopolamento progressivo.

In questo processo, apparentemente inesorabile, l’Italia appenninica, alpina, montana, pedemontana e rurale è in via di estinzione, e con essa si perdono le pratiche condivise su cui si fondano le relazioni di prossimità, la cultura del dono, le consuetudini sociali e le arti, il patrimonio storico e culturale, si perdono l’integrità del paesaggio, la cura del suolo, la piantagione degli alberi, l’incanalamento delle acque piovane per evitare frane e alluvioni. La disgregazione di questo tessuto sociale, a cui si aggiunge il problema geografico legato ai recenti terremoti, è anche la perdita di un tassello della nostra complessa identità nazionale.

Un viaggio alla riscoperta dell’Italia profonda, del genius loci (“spirito del luogo”), dell’antropologia mediterranea, non è solo un risarcimento simbolico alla bellezza della nostra terra, ma un cammino a ritroso per vedere quanto essa abbia ancora da offrire in un momento storico lacerato dalla globalizzazione economica e dei costumi.

Di tutto questo ne parleremo Giovedì 15 Dicembre 2016 alle 18.30, nel magnifico Salone dei Piceni nei Musei di San Salvatore in Piazza San Salvatore in Lauro 15 (centro storico di Roma) con Franco Arminio (scrittore e paesologo), Piero Bevilacqua (editorialista Il Manifesto e storico) e Giovanni Lindo Ferretti (cantore e scrittore). Modera Lorenzo Vitelli (editore), introduce Sebastiano Caputo (giornalista).

Un evento organizzato dal Circolo Proudhon Edizioni in collaborazione con il quotidiano L’Intellettuale Dissidente. Si ringraziano il Pio Sodalizio dei Piceni e Il Cigno GG Edizioni.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Informazioni: info@circoloproudhon.it