Calabria: il calendario del vino nasce a Lamezia Terme

Calabria: il calendario del vino nasce a Lamezia Terme


Con i migliori e significativi bozzetti realizzati dagli studenti del Liceo Scientifico “G.Galilei” di Lamezia Terme (Cz) che hanno partecipato al concorso bandito dall'Associazione Nazionale di Città del Vino per il poster dell'anno 2017, nasce anche quest'anno il calendario, a cura della docente Saveria Sesto, e presentato a Lamezia Terme il 13 dicembre scorso.

I disegni degli studenti interpretano, ognuno a proprio modo, la cultura del vino, tra i ricordi personali e i discorsi ascoltati dai nonni, gli sguardi sul paesaggio e la formazione scientifica che si costruisce nel Liceo, arricchendo di contenuto didattico il lavoro creativo attraverso anche l'utilizzo di dotte citazioni e aforismi che accompagnano ogni mese dell'anno. I bozzetti esprimono non solo il pensiero degli studenti ma rappresentano anche un potente messaggio e una forma incisiva di comunicazione che sorprende per il significato colto da seppur giovani adolescenti ma attenti ai valori e lontani da omologazioni.

I dodici mesi, la copertina e la controcopertina del calendario parlano del vino come elemento caratterizzante dell’Italia e simbolo di unità nazionale, dal nord al sud della penisola; i disegni illustrano il valore culturale che si attribuisce al territorio, al paesaggio, all’ambiente rurale, all’economia viticola, all’arte di produrre, al dna della vite e ai personaggi che hanno segnato la cultura del nostro Paese. A tale proposito il calendario è stato dedicato a Luigi Lilio, illustre scienziato della Calabria in occasione del 434° anniversario del calendario gregoriano, mentre la copertina è dedicata a Galileo Galilei e alla sua celebre frase: “Il sole con tutti quei pianeti che gli girano intorno e da lui dipendono, può ancora far maturare una manciata di grappoli d’uva come se non avesse nient’altro da fare nell’Universo”.

Autori del calendario sono gli studenti: Stefania Turquassio, Aurora Butera, Angela Furfari, Alessandra Paone, Maria Muraca, Emauele Lupia Palmieri, Sara Savio, Maria Francesca Iannò, Maria Celeste Cosentino, Maria Grazia Scalercio, Giovanni Gemelli, Martina Pallaria, Martina Greco, Francesco Azzarito.

Presenti all’iniziativa la dirigente scolastico Caterina Calabrese, il sindaco di Cirò Mario Caruso e il sindaco di Cirò Marina (nonché coordinatore regionale delle Città del Vino della Calabria) Nicodemo Parrilla; il sindaco del Comune di Motta Santa Lucia, Amedeo Colacino, al suo esordio come neo comune associato a Città del Vino; presente anche Mario Maiorana, presidente del MIVA (vivaisti viticoli) e i direttore generale dell'Associazione Città de Vino Paolo Benvenuti: Apprezzate dagli intervenuti le idee espresse dalla creatività dei liceali e la capacità della scuola di contribuire, anche con questi progetti, alla formare dei giovani e a renderli consapevoli del mondo che li circonda.