Con “Zero CO2” il Nobile di Montepulciano diventa “green”

Con “Zero CO2” il Nobile di Montepulciano  diventa “green”


Nella Sala del Cenacolo del Complesso di Vicolo Valdina di Montecitorio il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano presenta oggi “ZeroCo2”, il progetto di sostenibilità ambientale che lo vede impegnato in collaborazione con l’Università Guglielmo Marconi di Roma.

L’obiettivo è la riduzione o la compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalle tre fasi (agricola, aziendale e di trasporto) su cui si articola la produzione della Docg Vino Nobile. Il fine è giungere entro il 2020 (scadenza indicata anche dal Patto europeo dei Sindaci, a cui Montepulciano aderisce) alla neutralità delle emissioni di gas clima alteranti, grazie all’utilizzo da parte degli Enti pubblici o di privati di buone pratiche quali rimboschimenti, impiego di pannelli fotovoltaici, produzione di energia da centrali alimentate a biomasse, etc. 

L’iniziativa sarà illustrata tra gli altri da Andrea Rossi, sindaco di Montepulciano; Andrea Natalini, presidente del Consorzio del Vino Nobile e dai professori Avallone - Rettore Università degli Studi di Roma Unitelma-Sapienza e Di Matteo dell'Università degli Studi di Roma Guglielmo Marconi. (fonte:  Winenews )