LIVE WINE FESTIVAL a Milano

LIVE WINE FESTIVAL a Milano


Il LIVE WINE FESTIVAL è il più importante evento del vino artigianale mai realizzato a Milano, in collaborazione con la manifestazione Vini di Vignaioli-Vins de Vignerons e l’Associazione Italiana Sommelier Lombardia.

Per 2 giorni consecutivi vignaioli italiani e internazionali presentano vini che sanno dare emozioni uniche. Un salone dove è possibile degustare tutti i vini presenti con il solo biglietto d’ingresso e acquistare le bottiglie. che preferisci direttamente dai produttori. Anche 28 POSTI partecipa alla manifestazione con un evento dedicato al vino il 17 febbraio.

Per questa serata, evento ufficiale del Fuori Salone del Vino 2017, 28 POSTI ha deciso di coinvolgere Denis Montanar che aderisce al movimento Triple A (Agricoltori, Artigiani Artisti) con coltivazione dei vigneti a totale conduzione biologica. Durante la sera i vini serviti saranno il Borc Sandrigo Toy Wine, Il Merlot Borc Dodon, il Verduzzo Scodovacca abbinati alla cucina d’avanguardia di Marco Ambrosino.

28 POSTI è un bistrot di cucina contemporanea. Marco Ambrosino, il giovane chef di Procida a capo della brigata, propone una cucina sofisticata, d’avanguardia, ma molto legata alla stagionalità e attenta alla qualità degli alimenti proposti grazie ad un’accurata selezione di prodotti scelti ogni giorno da lui personalmente. Una cucina d’autore ma alla portata di tutti, orientata da valori etici, al rispetto dell’ambiente e all’equità dei processi di produzione. Le sue precedenti esperienze (tra cui citiamo quella al Melograno di Ischia con la chef Libera Iovine e al Noma di Copenhagen) gli hanno permesso di creare un equilibrato connubio tra la cucina tradizionale campana e quella sperimentale e d'avanguardia, imparando ad usare materie prime di qualità ma anche meno nobili.

Denis Montanar proviene da una famiglia di agricoltori da quattro generazioni. Il suo impegno in questo settore inizia nel 1989, quando comincia ad occuparsi dell’azienda del nonno prendendo in affitto i suoi vigneti. I vini prodotti in bottiglia sono Refosco dal Peduncolo Rosso, Uis Neris (uve nere in lingua friulana), Uis Blancis (uve bianche), Verduzzo Friulano, Il Friulano (da vitigno Tocai Friulano), Rosé di Refosco dal Peduncolo Rosso e Merlot. Dal 2013 Denis Montanar produce anche un vino frizzante, metodo classico, solo in versione magnum, il Toy Wine. La coltivazione dei vigneti è a totale conduzione biologica dal 1996: i vini fermentano con lieviti naturali, non vengono chiarificati, le uve sono raccolte a mano in cassetta.

Denis Montanar aderisce al protocollo della “Renaissance du Terroir” che prevede un preciso programma di produzione e vinificazione e inoltre i vini di Denis Montanar fanno parte del circuito Triple A (Agricoltori, Artigiani Artisti), vini promossi e distribuiti da Velier - Genova, che impone un severo decalogo di produzione.

I vini Triple A possono nascere solo: 

  • da una selezione manuale delle future viti, per una vera selezione massale

  • da produttori agricoltori, che coltivano i vigneti senza utilizzare sostanze chimiche di sintesi rispettando la vite e i suoi cicli naturali

  • da uve raccolte a maturazione fisiologica e perfettamente sane

  • da mosti ai quali non venga aggiunta né anidride solforosa né altri additivi. L’anidride solforosa può essere aggiunta solo in minime quantità al momento dell’imbottigliamento

  • utilizzando solo lieviti indigeni ed escludendo i lieviti selezionati

  • senza interventi chimici o fisici prima e durante la fermentazione alcolica diversi dal semplice controllo delle temperature. (Sono tassativamente esclusi gli interventi di concentrazione attuati con qualsiasi metodo)

  • maturando sulle proprie “fecce fini” fino all’imbottigliamento

  • non correggendo nessun parametro chimico

  • non chiarificando e filtrando prima dell’imbottigliamento.