Al via la Selezione del Sindaco 2014: oltre mille campioni in gara

Al via la Selezione del Sindaco 2014: oltre mille campioni in gara


Il Venreto è la regione più rappresentata con 90 aziende; il Comune di Valdobbiadene è il più "fedele", da solo partecipa con 24 produttori. Più di 1.000 i campioni di vino in gara al concorso enologico delle Città del Vino che regge alla crisi e si conferma quale il secondo più importante appuntamento del genere in Italia, dopo Vinitaly. Sono oltre mille, infatti, i campioni iscritti alla tredicesima edizione del Concorso Enologico Internazionale "La Selezione del Sindaco" in scena al Museion di Bolzano dal 30 maggio al 1 giugno. Buona anche la rappresentanza di vini stranieri provenienti dalle altre Città del Vino d'Europa, circa 200 le aziende partecipanti. Il Portogallo è il Paese con il maggior numero di aziende, 24 e 121 campioni.
"Sono molto soddisfatto di questo risultato - afferma Pietro Iadanza, presidente nazionale delle Città del Vino - perché nonostante la crisi e nonostante i tanti segnali di tagli da parte delle aziende per quanto riguarda le loro attività di promozione, il fatto di scegliere ancora di investire sul Concorso significa avere fiducia nelle proprie capacità e nella volontà di non chiudersi ma di continuare a confrontarsi per migliorare e crescere. Segnale positivo, infatti, confermato anche dalle oltre 100 nuove aziende che per la prima volta hanno deciso di partecipare al concorso, iscrivendo uno o più tipologie di vini prodotti."

Il concorso non si limita a premiare i miglior vini con le "classiche" Medaglie d'Oro e d'Argento, ma premia sia i migliori vini biologici, i migliori spumanti, i migliori vini passiti e anche le aziende che dimostrano di attuare buone pratiche ambientali sia in vigna sia in cantina, con il premio "Impronte d'eccellenza. Tecniche agronomiche sostenibili per una viticoltura di valore" messo in palio dall'azienda CIFO, leader in Italia nella produzione di preparati naturali per la nutrizione delle piante e per il terzo anno partner di Città del Vino in questo specifico aspetto del concorso.
I riconoscimenti andranno anche ai Comuni dove sono situate le vigne delle aziende premiate, a ribadire il legame tra prodotto e territorio, tra vignaiolo e pubblica amministrazione.

Le dieci Commissioni d'assaggio (80 persone), composte da esperti, giornalisti, enologi provenienti per la metà dall'estero, si riuniranno dal 30 al 1 giugno all'interno del Museion di Bolzano centro di arte contemporanea, grazie alla collaborazione attivata con il Comune e con l'Azienda di Turistica e di Soggiorno di Bolzano, che hanno sostenuto l'iniziativa.
Il Concorso, che ha il patrocinio tecnico dell'OIV (Organizzazione internazionale della vite e del vino), e l'autorizzazione ufficiale del Ministero per le politiche agricole, per questa edizione ha sperimentato anche un nuovo servizio per le aziende partecipanti, offendo l'opportunità di aderire al nuovo portale di e-commerce www.italiavendevino.it.
L'appuntamento successivo e conclusivo di questa edizione del Concorso enologico è per il 9 luglio a Roma, giorno e luogo di premiazione per aziende e Comuni, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, concessa dal Comune, Città del Vino.