Valorizzare i prodotti tipici agroalimentari: studenti del progetto Erasmus+ a lezione in Camera di Commercio di Novara

Valorizzare i prodotti tipici agroalimentari: studenti del progetto Erasmus+ a lezione in Camera di Commercio di Novara


Tra le numerose attività che hanno coinvolto gli studenti dell’Istituto Immacolata di Novara nell’ambito del progetto Erasmus+ non poteva mancare quella in Camera di Commercio per conoscere più da vicino la promozione del sistema agroalimentare del territorio. La scuola, che possiede al suo interno un indirizzo internazionale, ha infatti preso parte per il secondo anno consecutivo al Programma UE Eramus+ con un progetto dedicato all’enologia. L’iniziativa, finanziata con il sostegno della Commissione Europea, ha visto la partecipazione, oltre all’istituto scolastico novarese, di alcune scuole estere, rispettivamente in Francia, Portogallo e Spagna, a cui quest’anno si sono aggiunte, in qualità di partner, una scuola di Atene e l’Università di Burgos.

Ed è proprio con un gruppo di studenti della scuola spagnola “Colegio Aurelio Gomez” di Burgos che i ragazzi novaresi si sono recati presso la Camera di Commercio di Novara venerdì 31 marzo per partecipare ad una lezione sulle attrattive del territorio novarese, con particolare riferimento ai suoi prodotti tipici, in primis vino e gorgonzola.
Ad accogliere i ragazzi è stata Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di Commercio, la quale ha tracciato una panoramica sulle funzioni dell’Ente, approfondendo le iniziative realizzate a supporto del sistema agroalimentare locale, tra cui il Concorso Enologico “Calice d’Oro dell’Alto Piemonte”, promosso in collaborazione con la Camera di Commercio di Biella e Vercelli e del Verbano-Cusio-Ossola.
Ha quindi preso la parola Stefano Vercelloni, coordinatore dell’associazione Piemonte Città del Vino, intervenuto in qualità di esperto assieme a Graziano Caielli, assaggiatore tecnico. Tra le produzioni che caratterizzano la provincia di Novara spicca infatti, fin dall’epoca pre-romana, quella vitivinicola, estesa su un’area collinare che comprende ventisei Comuni. In questa zona è nata la prima Cantina Sociale d’Italia e qui si coltiva il pregiato vitigno Nebbiolo, che caratterizza in modo inconfondibile le D.O.C. Boca, Fara, Sizzano e Colline Novaresi e la D.O.C.G. Ghemme, apprezzate ed esportate in varie parti del mondo.

Tra i prodotti che hanno saputo conquistare i mercati esteri vi è anche un’altra eccellenza Made in Novara: si tratta del gorgonzola, terzo formaggio di latte vaccino per importanza nel panorama dei formaggi D.O.P. italiani le cui caratteriste e relative strategie di marketing e comunicazione sono state illustrate da Stefano Fontana, direttore del Consorzio per la tutela del formaggio gorgonzola. Il Novarese è tra i sedici territori in cui può essere prodotto il latte da utilizzare per la produzione dell’erborinato, nelle due tipologie dolce e piccante. Nel 2016 sono state più di 4,5 milioni le forme prodotte complessivamente, richieste soprattutto da Germania e Francia, con la Spagna posizionata all’ottavo posto nella classifica delle principali destinazioni estere.