III edizione di

III edizione di


Gli spumanti del Friuli Venezia Giulia continuano a essere sempre più apprezzati sui mercati nazionali ed esteri, trainando il comparto vitivinicolo grazie a oltre 30 milioni di bottiglie prodotte annualmente: un successo che anche quest'anno avrà la sua vetrina d’eccellenza con la terza edizione di “Filari di Bolle - Selezione Spumanti del Friuli Venezia Giulia”, la quale proclamerà le migliori “bollicine” della regione (iscrizioni aperte: le cantine interessate possono contattare segreteria@procasarsa.org - www.procasarsa.org/filari-di-bolle per tutte le informazioni).

LE DATE - Presentata nello stand dell'Ersa al Vinitaly di Verona, la più grande fiera internazionale del settore, Filari di Bolle 2017 si svolgerà a Casarsa della Delizia all’interno della tradizionale Sagra del Vino che celebra il prodotto tipico di questa zona dove è diffusa non solo la coltura ma anche la cultura della vite. Il 18 e 19 aprile a Palazzo Burovich de Zmajevich una giuria qualificata composta da esperti sommelier, enologi e giornalisti valuterà gli spumanti in gara, mentre la proclamazione dei vincitori si terrà nello stesso Palazzo domenica 23 aprile alle 17 durante la cerimonia di inaugurazione della Sagra.

Alla fiera veronese la Selezione è stata presentata dall'assessore regionale alle risorse agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia Cristiano Shaurli e dalla sindaca di Casarsa della Delizia Lavinia Clarotto che ha inviato tutti nella città di Pasolini "sempre più punto di riferimento per le bollicine regionali grazie a questo progetto che valorizza le produzioni di eccellenza del territorio all'interno della Sagra del Vino: il successo delle prime due edizioni è testimoniato dalla vetrina illustre di questa "prima" uscita ufficiale al Vinitaly e ora siamo pronti per la terza edizione".

Presenti anche il presidente della Pro Casarsa della Delizia Antonio Tesolin, il presidente della Giuria di Filari di Bolle Venanzio Francescutti e la giurata Veronika Crecellius giornalista della nota rivista enologica Weinwirtschaft che ha raccontato la sua esperienza in giuria e ha sottolineato come le bollicine del Friuli Venezia Giulia stiano crescendo bene, consigliando di puntare ancora di più sulla Ribolla gialla molto apprezzata dal mercato tedesco. Renzo Zorzi presidente dell'Ais Fvg ha guidato la degustazione degli spumanti vincitori delle prime due edizioni.

"Filari di bolle è una manifestazione  legata al territorio di Casarsa della Delizia - ha affermato l’assessore regionale alle risorse agricole Cristiano Shaurli - ma ha tutte le potenzialità per estendersi e venir riconosciuta, come sta dimostrando, in tutta la regione anche per un comparto delle "bollicine" oggettivamente in forte crescita. Filari di Bolle è un evento che si presta per essere esportato oltre Casarsa e può rappresentare un interessante appuntamento nel quale la nostra Regione si riappropria dell'orgoglio dei suoi vini spumante ed anche della loro distintiva qualità. I numeri della spumantistica regionale sono infatti in continua crescita, in termini di produzione ed ancor più in termini di export: far conoscere Filari di bolle, qui al Vinitaly, è un momento di riconoscimento e di visibilità per quelle cantine che anche sui nostri spumanti stanno investendo in qualità ed unicità legando sempre di più anche questi vini in forte crescita al nostro territori”.

LE CATEGORIE - Sarà proclamato uno spumante vincitore per ognuna delle categorie in gara: Metodo Charmat Prosecco DOC, Metodo Charmat Spumante Monovarietale, Metodo Charmat Cuvée e Metodo Classico. Una suddivisione che garantisce la massima rappresentatività alle varie anime dell’enologia del Friuli Venezia Giulia, permettendo allo stesso tempo ai membri della giuria di valutare un ampio numero di aziende con la degustazione anonima delle bottiglie suddivise in base al metodo di spumantizzazione.

I NUMERI - IL TREND - In ognuna delle prime due edizioni di Filari di Bolle sono stati 100 i vini in gara, proposti da 60 aziende. Aziende che sono tra le protagoniste del boom degli spumanti non solo sul mercato italiano ma soprattutto su quello internazionale. Basta pensare che nel 2016, solo per rimanere nell’ambito del Prosecco DOC, le vendite mondiali sono aumentate oltre il 25% rispetto l’anno precedente, tanto che in alcuni Paesi come il Regno Unito le bollicine italiane hanno superato quelle francesi nel favore dei consumatori, Nella stessa Francia il Prosecco è molto richiesto. Un successo al quale le cantine del Friuli Venezia Giulia aggiungono ulteriori spumanti di qualità, come l’autoctona Ribolla Gialla, che potranno sempre più in futuro trovare i propri spazi.

LA PROMOZIONE - Anche quest’anno gli spumanti selezionati saranno protagonisti durante la Sagra del Vino nel “Salone dei Vini Filari di Bolle”, ospitato nel giardino di palazzo Burovich de Zmajevich: si tratta del punto focale dell’area festeggiamenti, dove le bollicine del territorio saranno promosse anche in abbinamento a convegni, concerti e degustazioni richiamando un folto numero di visitatori. Inoltre gli spumanti selezionati saranno proposti pure nei locali pubblici di Casarsa della Delizia in degustazioni abbinate a prelibatezze culinarie sempre durante i giorni della Sagra del Vino 20 aprile-2 maggio). In più durante tutto il 2017 saranno valorizzati all'interno dei più grandi eventi enogastronomici e culturali del Friuli Venezia Giulia, a partire dalla notte di Calici di Stelle che si svolgerà ad agosto a Casarsa insieme al resto d’Italia.

I VINCITORI - Nel 2015 il premio per il Metodo Charmat Prosecco DOC è stato assegnato al Prosecco Spumante Extra Dry presentato dall’azienda vinicola Fondazione De Claricini. Il premio per il Metodo Charmat Spumante Monovarietale è stato invece assegnato alla Ribolla Gialla Spumante Brut presentata dall’azienda Poggiobello Genagricola Spa. Il premio per il Metodo Charmat Cuvée è stato assegnato al Rivus Spumante Extra Dry presentato dall’Azienda agricola Ferrin. Il premio per il Metodo Classico è stato assegnato allo Spumante Talento Pittaro Brut etichetta oro presentato dall’azienda Vigneti Pittaro.

Nel 2016 per la categoria Metodo Charmat Prosecco DOC il primo premio è andato al Prosecco Brut dell’Azienda agricola Giorgio Colutta Bandut di Manzano. Nel Metodo Charmat Spumante Monovarietale vittoria per Pertè Ribolla Gialla Brut del Castello di Spessa di Capriva del Friuli. Nel Metodo Charmat Cuvée primato del Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori friulani La Delizia di Casarsa della Delizia. Nel Metodo Classico affermazione del Cuvée Piè di Mont Millesimato 2011 dell’Azienda Agricola Rizzi Roman di Gorizia. 

GLI ORGANIZZATORI - La Selezione Filari di Bolle è a cura di Pro Loco di Casarsa della Delizia, Città di Casarsa della Delizia e Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia insieme al Consorzio delle DOC Friuli Venezia Giulia e all’Associazione nazionale Città del Vino. Importante la collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, l’Assessorato regionale alle risorse agricole e forestali e l’Ersa, l’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia. Contribuiscono alla riuscita della selezione l’ONAV (Organizzazione nazionale Assaggiatori di Vino) e Assoenologi. Prezioso anche il sostegno di Friulovest Banca, sempre attenta alle esigenze del territorio. I premi per gli Spumanti vincitori sono gentilmente offerti dalle ditte Amorim, Ds Smith, Icas e Juliagraf.