Calice d’Oro dell’Alto Piemonte, consegnati i premi

Calice d’Oro dell’Alto Piemonte, consegnati i premi


Si nella mattina di venerdì 5 maggio 2017 la cerimonia di premiazione del sesto Concorso Enologico “Calice d’Oro dell’Alto Piemonte”, promosso dalla Camera di Commercio di Novara in accordo con l’Ente camerale di Biella e Vercelli e con quello del Verbano Cusio Ossola, la cui fase selettiva ha avuto luogo lo scorso 28 ottobre.

L’incontro si è aperto con i saluti di Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara: «Le parole d’ordine nelle scelte d’acquisto dei consumatori sono qualità e legame col territorio, anche quando il vino viene comprato al supermercato. Il 60% degli acquisti effettuato sugli scaffali è infatti rappresentato dai vini con riferimento territoriale, ossia D.o.c.g., D.o.c. e I.g.t.».

Comoli ha quindi illustrato alcuni dati sul consumo di vino, ancora debole sul fronte del mercato interno ma in aumento all’estero: «Nel 2016 i vini italiani sono cresciuti sui mercati internazionali sia in valore (+4%) che in volume (+2,8%), con risultati più favorevoli rispetto agli altri Paesi produttori. Le previsioni  al 2020 stimano inoltre un aumento delle vendite in valore di vino italiano del +10%, meglio di Francia, Cile, Stati Uniti e Spagna. Tali previsioni confermano la necessità di lavorare insieme per riuscire a competere con un’offerta sempre più ampia e variegata – ha sottolineato Comoli – I vini dell’Alto Piemonte hanno molto da offrire in questo senso: dietro a ogni sorso c’è una storia, un sapere e un saper fare che oggi vogliamo celebrare e valorizzare».

Giuseppe Martelli, presidente del Comitato Nazionale Vini, ha aggiunto: «Un importante passo avanti, in termini di valorizzazione, è stato compiuto grazie anche al recente varo del Testo Unico del vino. Tale provvedimento, che riassume la normativa precedente in una sola legge di riferimento, ha il merito di riconoscere il vino come patrimonio culturale del Paese. Diversi articoli sono infatti dedicati alla tutela e al supporto delle produzioni di nicchia – ha spiegato Martelli – in cui rientrano tutte quelle che caratterizzano la realtà vitivinicola dell’Alto Piemonte, favorendo il loro collegamento con il territorio di origine e l’intero settore turistico».

Alla cerimonia sono inoltre intervenuti, portando il proprio saluto, i parlamentari novaresi Giovanni Falcone ed Elena Ferrara.

I trofei Calice d’Oro 2016 sono stati assegnati a Cantinoteca dei Prolo di Fara Novarese per il vino Colline Novaresi Doc Nebbiolo “Spena” 2012 (categoria Colline Novaresi, Coste della Sesia e Valli Ossolane DOC rossi e rosati) e Rovellotti Viticoltori in Ghemme per i vini “Il Criccone” 2015(categoria Colline Novaresi, Coste della Sesia e Valli Ossolane DOC bianchi) e Ghemme Docg Riserva “Costa Del Salmino” 2008 (categoria Nebbioli da invecchiamento).

Quarantadue i diplomi di merito consegnati a diciotto aziende delle province di Novara, Biella, Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola: Poderi Garona di Duella Renzo, Azienda Agricola Bianchi Cecilia, Azienda Vinicola Barbaglia Silvia, Cantine dei Colli Novaresi, Pietraforata Cantine in Ghemme, Rovellotti Viticoltori in Ghemme, Torraccia del Piantavigna, Aziende Agricole Sella soc. agr. a r.l., Il Roccolo di Mezzomerico, Filadora di Coppola Antonella, Azienda Vitivinicola Ioppa F.lli Giampiero e Giorgio, Casa Vinicola Paride di Chiovini Paride, Azienda Agricola Brigatti Francesco ed E.C.A. S.p.A, Azienda Agricola Bianchi Giuseppe di Bianchi Eva, Azienda Agricola Terra del Sole di Valsesia Emanuele, Azienda Vitivinicola Enrico Crola, Zanetta Sergio e Valter s.n.c. ed Azienda Vitinicola Nervi.

Per valorizzare la conoscenza dei vini, la cerimonia si è conclusa con una degustazione guidata da Giuseppe Martelli di dieci etichette, selezionate tra quelle premiate, a cui ha preso parte una trentina di produttori, ristoratori, sommelier, rappresentanti di enoteche, blogger e giornalisti. Tra quest’ultimi erano presenti anche i partecipanti all’educational tour organizzato dall’ATL di Novara, in collaborazione con la Camera di Commercio, che ha preso il via proprio oggi, con la premiazione del Concorso Enologico, e continuerà fino a domenica con una serie di visite ad aziende agroalimentari del territorio novarese.

La degustazione ha inoltre previsto tre abbinamenti cibo-vino, offrendo un’ulteriore opportunità di confronto tra produttori locali, ristoratori e operatori di settore, grazie agli assaggi preparati da Gian Marco Moroni della Salumeria Moroni di Novara.