Sinergie e opportunità per la Calabria del vino

Sinergie e opportunità per la Calabria del vino


Nella seconda giornata di Vinitaly l’area istituzionale della Regione Calabria, ha visto la partecipazione del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina, accolto dal Presidente Mario Oliverio. Martina ha ringraziato i produttori calabresi e la Regione Calabria per il lavoro che svolge quotidianamente a sostegno dell'agroalimentare ed in particolare del comparto vitivinicolo. “La Calabria ha un potenziale formidabile ancora da esprimere” - ha affermato il Ministro - “sono stati fatti molti passi in avanti, ma c'è ancora  molto da fare, per quanto riguarda l'organizzazione dei produttori, per migliorare ulteriormente la qualità delle produzioni, la competitività, per la promozione sui mercati e l’internazionalizzazione". Il Ministro ha ribadito la sua vicinanza alla Regione  Calabria: "Devo riconoscere a Oliverio il merito di un importante lavoro di avamposto sul comparto agricolo. Sabato abbiamo firmato un accordo multi regionale per favorire l'accesso al credito in agricoltura, con 500 milioni di euro al servizio degli investimenti delle imprese agricole". Martina ha sottolineato che Oliverio è stato l'unico presidente di Regione a firmare l'accordo, "Segno di un'attenzione rara” - ha affermato - “che mette il mondo agricolo calabrese nelle giuste condizioni per lavorare e contribuire allo sviluppo dell'intero Paese".

Il Presidente Oliverio ha ringraziato il Ministro per aver visitato lo spazio della Calabria e le cantine regionali presenti a Vinitaly. "Con la guida di Martina al Mipaaf” - ha detto Oliverio - “abbiamo ricevuto un impulso notevole e si è avviato un percorso di cooperazione fatto di atti concreti, che sono certo darà un sostegno allo sviluppo della Calabria, del Mezzogiorno e dell'intero Paese. Nel corso degli ultimi due anni si è invertito in positivo il trend economico del settore. Da Expo in poi, infatti, il Made in Italy è stato contraddistinto dalla qualità dei nostri prodotti agroalimentari, soprattutto quelli del meridione, leva sulla quale agire per una crescita sostenibile e per recuperare un gap storico". Il Presidente ha espresso poi soddisfazione per l'adesione della Regione al Fondo di Garanzia per l'accesso al credito, coofinanziato dal PSR Calabria con 10 Milioni di Euro e con altri 30 milioni dalla Bei, dal Fei, dalla Cassa Depositi e Prestiti e da Ismea. "Un traguardo importantissimo” - ha concluso - “perché per la prima volta istituzioni regionali, nazionali e comunitarie sono in sinergia per determinare un apporto alla crescita del sistema delle imprese, attraverso il rafforzamento del sistema creditizio". Anche il Presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha visitato lo stand della Regione, complimentandosi con il Presidente Oliverio per la qualità dei vini calabresi ed auspicando una sorta di gemellaggio tra nord e sud.

La seconda giornata di Vinitaly 2017 si era aperta con la degustazione del Magliocco, il pregiato vitigno autoctono della Terre di Cosenza. Ha curato la degustazione di nove etichette il responsabile Italia Jancis Robinson Walter Speller. A seguire, l'Intravino Meeting, l'appuntamento annuale del blog più seguito del web. Nel pomeriggio si è tenuto invece l'evento "La scoperta dAll'America", un focus sul rapporto del vino calabrese con gli USA, con gli interventi degli esperti di settore Cathy Huyghe della rivista Forbes, Jeff Porter Wine director Mario Batali, Claire Hennessy di Colangelo&Partners e Alfonso Cevola Import Wine Director Southern Glazer's, autore di On the wine trail in Italy.

Il giornalista sommelier cosentino Tommaso Caporale, intanto, è stato premiato come “Benemerito alla vitivinicoltura”, ricevendo un riconoscimento nazionale per la professionalità dimostrata nel corso dell’ultimo anno nel suo lavoro di valorizzazione del patrimonio vitivinicolo della Calabria. A candidare Caporale per la Calabria è stato il presidente della Regione Mario Oliverio: "Raccontare il vino significa trasmettere un territorio e se questo viene fatto con passione e in maniera consapevole costituisce il valore aggiunto che può dare una marcia in più alla crescita dell’agroalimentare, del turismo e allo sviluppo dell'economia calabrese.”

Il programma di domani prevede alle 11 "Il Ciró delle piccole vigne": una selezione di nove vini calabresi commentati dal degustatore Armando Castagno e dal giornalista di Porthos Matteo Gallello. Alle 13 i riflettori saranno puntati invece sul Gaglioppo, il vitigno autoctono di recente elogiato dal New York Times e inserito tra i dodici più rari e di maggior valore al mondo: è prevista la degustazione di sette etichette di annate storiche di Ciró Riserva, guidata da Marco Sabellico, curatore della Guida "Vini d'Italia" di Gambero Rosso e da Massimo Lanza, responsabile per la Calabria della stessa Guida. Alle 15.30 degustazione di nove vini "Reggio e Lamezia", con Giancarlo Gariglio, curatore Slow Wine, Luciano Pignataro de Il Mattino e Mario Busso, curatore della guida "Vini Buoni d'Italia".

Canali social ufficiali di Rosso Calabria:

Facebook: @RossoCalabria

Twitter: @Rosso_Calabria

Instagram: @rossocalabria 

Hashtag ufficiale: #calabriavinitaly2017