Cresce l'adesione al progetto di sviluppo locale delle Città del Vino

Cresce l'adesione al progetto di sviluppo locale delle  Città del Vino


Continuano ad arrivare le adesioni delle Città del Vino alla proposta dell'Associazione di creare un osservatorio per la progettazione, l'acquisizione di finanziamenti e il coordinamento di interventi di sviluppo locale. Dopo Castiglione in Teverina (Vt), Novi Ligure (Al) e Furore (Sa), ecco le segnalazioni di:

 

  • Scanzorosciate (Bg): AMMINISTRAZIONE LOCALE (Recupero e riqualificazione di edifici e centri storici in stato di abbandono, Enoteche e Musei, Servizi culturali, Attuazione Garanzia Giovani, Sostegno all'occupazione di donne e lavoratori stranieri, Sistemi integrati e innovativi di raccolta rifiuti, Piste ciclabili, Percorsi enogastronomici); PRODUTTORI VITIVINICOLI/AGROALIMENTARI (Zonazione vitivinicola, Vendita diretta e altre forme di distribuzione a Km Zero, Multifunzionalità).

  • Forenza (Pz): AMMINISTRAZIONE LOCALE (Recupero e riqualificazione di edifici e centri storici in stato di abbandono, Formazione per professioni legate ai mestieri tradizionali e ai cambiamenti climatici, Attuazione Garanzia Giovani, Recupero e valorizzazione dei terreni incolti e abbandonati).

  • Montevago (Ag): AMMINISTRAZIONE LOCALE (Enoteche e Musei, Servizi culturali, Sostegno all'occupazione di donne e lavoratori stranieri, Orti urbani e cura del verde pubblico, Recupero e valorizzazione dei terreni incolti e abbandonati, Manutenzione aree boschive); PRODUTTORI VITIVINICOLI/AGROALIMENTARI (Multifunzionalità, Semplificazione burocratica e riduzione degli oneri amministrativi, Ristrutturazione e riconversione vigneti); STRUTTURE RICETTIVE (Alberghi diffusi, Incremento posti letto in agriturismo e B&B); SERVIZI COMMERCIALI E ARTIGIANATO (Sostegno all'autoimprenditorialità, Micro nidi e nidi familiari).

  • Ripatransone (Ap): Castiglione in Teverina: AMMINISTRAZIONE LOCALE (Recupero e riqualificazione di edifici e centri storici in stato di abbandono, Enoteche e Musei, Orti urbani e cura del verde pubblico, Manutenzione aree boschive, Realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione e risparmio energetico, Recupero beni monumentali/culturali, Percorsi enogastronomici); PRODUTTORI VITIVINICOLI/AGROALIMENTARI (Agricoltura biologica, Vendita diretta e altre forme di distribuzione a Km Zero, Semplificazione burocratica e riduzione degli oneri amministrativi, Promozione vino sui mercati dei paesi terzi, Ristrutturazione e riconversione vigneti , Assicurazione del raccolto); STRUTTURE RICETTIVE (Alberghi diffusi, Ristorazione di qualità a Km Zero, Incremento posti letto in agriturismo e B&B, Superamento barriere architettoniche); SERVIZI COMMERCIALI E ARTIGIANATO ( Case famiglia per anziani).

Siete ancora in tempo per segnalarci le priorità di intervento sulle quali convogliare i finanziamenti e per dare il vostro contributo in termini di idee e di risorse in modo diretto o indiretto attraverso la ricerca di sponsor privati e il coinvolgimento di istituzioni nazionali, enti di ricerca e fondazioni bancarie.

Contattateci allora scrivendo a calzecchionesti@cittadelvino.com e inviando la scheda in allegato dopo averla compilata anche con le vostre indicazioni in merito all'Osservatorio.  

Progetti pilota di sviluppo locale