Aenotur ha una nuova direzione

Aenotur ha una nuova direzione


L’Associazione Internazionale di Enoturismo (Aenotur) ha una nuova direzione, che entrerà in vigore della gestione per i prossimi due anni. I dirigenti sono stati eletti  venerdì 23 giugno durante il Congresso Europeo dell’Enoturismo e Assemblea dell’Aenotur, realizzati a Torgiano, in Umbria. La brasiliana Ivane Fávero è stata eletta presidente, avendo come vice-presidente il rappresentante della Rete Europea delle Città del Vino (Recevin), il portoghese José Calixto. La nuova direzione dell’Aenotur è formata, inoltre, dal rappresentante dell’Associazione dei Municipi del Vino Portoghesi (AMPV), Jose Arruda, come segretario generale. L’elezione di Ivane, che integra il Comitato di Enoturismo dell’Istituto Brasiliano del Vino (Ibravin), segue la rotazione dei paesi membri nel comando dell’entità fondata nel 2014 per lo sviluppo e promozione dei destini enoturistici a livello mondiale.

L’ex-segretaria di turismo dei municipi di Bento Gonçalves e Garibaldi, che sono tra i principali destini dell’attività in Brasile, occupa la vice-presidenza per l’America Latina dell’entità ed è passata ad avere il carico più alto dell’enoturismo mondiale. “Abbiamo un lungo lavoro davanti a noi nel senso di aiutare in congiunto i destini enoturistici. L’obiettivo principale della creazione dell’Aenotur è quello di avere una piattaforma unica per rilevare ogni itinerario”, appunta Ivane.

La nuova presidente informa che i principali obiettivi sono di qualificare sempre di più i prodotti enoturistici ed ingrandire il numero di associati. “Mi sento onorata, gratificata per la scelta di tutti i membri associati nell’assemblea, ma sento inoltre la responsabilità di questo carico verso i principali destini enoturistici del mondo. Dobbiamo rafforzare sempre di più questo aspetto importante che contribuisce molto allo sviluppo territoriale”, aggiunge.

Fanno parte inoltre del quadro dirigente le prefetture delle città spagnole di Alcázar de San Juan e Cambados, Rosa Melchor e Fátima Abal, il presidente dell’Iter Vitis France (ONG dedicata nello sviluppo dell’enoturismo in Europa) Pierre Verdier, il prefetto della città portoghese di Viana do Castelo José Maria Costa e come presidente onorario il Direttore Generale dell’Associazione italiana delle Città del Vino Paolo Benvenuti. Gonzalo Merino, dirigente di Bodegas Argentinas, e Wilson Torres Chavez, presidente dell’Associazione di Turismo Enologico dell’Uruguay, rappresentano l’America Latina nell’Aenotur.

Chi è Ivane Fávero         

Ivane Fávero è laureata in Turismo presso la Pontifícia Universidade Católica del Rio Grande do Sul (1991); specializzazione in Gestione dello Sviluppo Turistico presso l’Università di Caxias do Sul (2000); laurea magistrale in Turismo presso l’Università di Caxias do Sul (2004), MBA in Pianificazione e Marketing del Turismo presso la George Washington University (2009) e specializzazione in Gestione Pubblica Municipale presso l’Università Federale del Rio Grande do Sul (2012). È stata presidente dell’Associazione Nazionale di Segretari e Dirigenti di Turismo (Anseditur), oltre ad essere vice-presidente per l’America Latina dell’Aenotur. Lavora nelle aree di gestione del turismo, pianificazione, politiche, turismo rurale e turismo sostenibile.