L'etica del giornalismo enogastronomico

L'etica del giornalismo enogastronomico


Lunedì 4 settembre, dalle 9.00 alle 13.00, la Iulm di Milano ospiterà un corso per giornalisti dal titolo “Il piatto è servito, ma da chi? Dai giornalisti o dai blogger? L’etica nel giornalismo enogastronomico”.

L’incontro - organizzato dall'Ordine dei Giornalisti in collaborazione con Arga Lombardia Liguria (associazione di giornalisti agroambiente e food) e Italia a Tavola (network di enogastronomia, territorio, ristorazione e ospitalità) - sarà incentrato su quei codici deontologici, spesso non seguiti da altre categorie, cui devono attenersi coloro che vogliono fornire una corretta informazione ai lettori, ascoltatori, telespettatori e in particolare elementi certi, trasparenti e sostenibili ai consumatori.

Il corso, che dà diritto a  6 crediti formativi, avrà luogo  presso l’ Aula magna dell’Università di Lingue e Scienze della comunicazione.

 

Programma

Introduzione ai lavori:

Fabio Benati, presidente Arga Lombardia Liguria,

Andrea Radic, vice direttore di Italia a Tavola

Intervento di apertura:

Gabriele Dossena, presidente Ordine dei giornalisti della Lombardia

Relatori:

Alberto Lupini, direttore Italia a Tavola

Sonia Peronaci, fondatrice Giallo Zafferano

Paolo Massobrio, fondatore Golosaria

Sara Vitali Cinquesensi Editore comunicazione, ufficio stampa Cultura arte e vino

Attilio Barbieri, giornalista e blogger

La parola alle aziende:

Barilla (Parma) 

Pastificio Felicetti (Predazzo, Tn)