L'arte del paesaggio in Monferrato

L'arte del paesaggio in Monferrato


Con delibera del giugno scorso, l’UNESCO ha inserito nel novero di siti “patrimonio dell’umanità” i paesaggi vitivinicoli e infernot in alcune aree di Langhe-Roero e Monferrato. L’antico marchesato, il “suol d’Aleramo” come ricordato da Carducci nella celebre ode, ha un alfiere del paesaggio: il fotografo Mark Cooper, inglese naturalizzato monferrino che, con personalissima sensibilità artistica, riesce a cogliere le composizioni astratte che, come dipinte “a pennello” dalla natura e dal lavoro dell’uomo, sono celate nelle sagome policromatiche di campi e vigneti. Alcune sue opere sono in esposizione permanente nella veranda panoramica di Locanda dell’Arte, art-hotel a Solonghello in provincia di Alessandria, un borgo rurale in collina.

Fino al 31 agosto nella Sala D'Alençon dell’Hotel Candiani di Casale Monferrato, cittadina con ruolo storico nella cultura enologica piemontese, è allestita la sua mostra “Winescapes, l’arte del paesaggio” recentemente organizzata dall'Associazione nazionale delle Città del Vino a Palazzo Paolo V di Benevento, nell'ambito degli eventi promossi dal Forum Universale delle Culture 2014 promosso dall’UNESCO.

Martedì 15 luglio alle ore 18 nella sede espositiva l’artista illustrerà le opere e la propria ricerca in un incontro aperto alla partecipazione di tutti gli interessati, invitati a intervenire sul tema “Stato dell’arte, iconografia dei paesaggi monferrini e valorizzazione del territorio”, che sarà presentato da Alberto Angelino di Lead Communication e introdotto da Andrea Desana, presidente del Circolo Culturale Ottavi e promotore delle celebrazioni per il 50° anniversario della DOC.

 

Info:

HOTEL CANDIANI - Giovanna Ceccherini - tel. 0142418728/0142418729 - g.ceccherini@hotelcandiani.com - www.hotelcandiani.com

LOCANDA DELL’ARTE - Maddalena Brunasti - tel. 0142 469 245 - press@locandadellarte.it - www.locandadellarte.it