Ecosostenibilità nella Maremma toscana

Ecosostenibilità nella Maremma toscana


Si è tenuto lo scorso 4 settembre l’evento “Tenuta Rocca di Montemassi: un sistema ecosostenibile”, incentrato sul tema della produzione biologica e della sostenibilità ambientale. Questa giornata è stata la via con cui l’azienda ha scelto di parlare di vendemmia e di vino: proponendo un percorso sul concetto di qualità, di innovazione e di attenzione al contesto ambientale e sociale, temi oggi imprescindibili per un’azienda che voglia creare unicità ed eccellenza. L'appuntamento è stato presentato come momento conclusivo di un ciclo di tre eventi, svolti a giugno e luglio scorsi, con cui la Tenuta Rocca di Montemassi ha presentato il nuovo volto dell’azienda, proponendo cioè la diversificazione delle produzioni, che ha non solo messo in luce la futura strategia aziendale ma anche raccontato la Maremma tutta, territorio in cui la Tenuta è inserita, coinvolta, dà il proprio contributo culturale. Il Vicepresidente di ZONIN1821 Francesco Zonin ha sottolineato come l’intento della Tenuta sia quello di cogliere, d'ora in poi, tutte le opportunità che la Maremma sa e può offrire. Il connubio tra scelte aziendali e terroir è così emerso, durante la tavola rotonda, dagli interventi di Stefano Ferrante, direttore tecnico di ZONIN1821; Ruggero Mazzilli, Agronomo specialista in viticoltura biologica; Alessandro Del Conte, responsabile delle certificazioni biologiche presso Valoritalia e Stefano Stefanucci, direttore di Equalitas. Le loro testimonianze, infatti, hanno sottolineato il senso e il valore di percorrere consapevolmente la strada della produzione biologica certificata e di aderire a progetti di miglioramento aziendale che puntino alla sostenibilità ambientale in un territorio, quale appunto la Maremma, in cui il green e l’agricoltura ne determinano l’identità principale.

Il racconto e il legame con la terra è passato anche attraverso la produzione gastronomica locale, grazie alla degustazione di due tipicità maremmane: i salumi di Subissati di Roccastrada e i formaggi del caseificio Il Fiorino di Roccalbegna, accompagnati dai vini di Tenuta Rocca di Montemassi. 

All’evento erano presenti, tra gli altri, il Sindaco di Roccastrada Francesco Limatola e l’assessore Emiliano Rabazzi, il presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno Riccardo Breda, Edoardo Donato, Presidente del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana e Giuseppe Mantellassi, Vicepresidente del Consorzio di Tutela Morellino di Scansano, oltre che winewriter, colleghi produttori, rappresentanti del mondo culturale e del turismo della provincia di Grosseto, ristoratori e operatori turistici.