Città del Vino porta in Corea le Aziende de La Selezione del Sindaco

Città del Vino porta in Corea le Aziende de La Selezione del Sindaco


Visto il successo della passata edizione, anche quest’anno l'Associazione nazionale delle Città del Vino vola a Daejeon, in Corea del Sud, in occasione della International Wine&Spirit Fair, la fiera internazionale del vino che si svolgerà dal 1 al 3 settembre. E come nel 2016 l'Associazione ha offerto alle Aziende che hanno partecipato a La Selezione del Sindaco la possibilità di promuovere i propri vini in uno spazio dedicato: tre stand all’interno dei quali, con l'ausilio di personale dedicato e sommelier, saranno organizzate una serie di attività volte alla valorizzazione delle etichette presenti: degustazioni libere per i fruitori della fiera (operatori e appassionati coreani), possibilità di partecipare all’Asia Wine Trophy (il Concorso Enologico Internazionale che si svolge alcuni giorni prima della fiera) e degustazioni guidate da sommelier, in lingua coreana, rivolte a giornalisti, distributori, operatori asiatici, commissari, buyer, giudici e importatori.

All’invito dell'Associazione hanno aderito le seguenti aziende italiane:

AZIENDA VINICOLA BAIA DEL SOLE - FEDERICI

L’Azienda Baia Del Sole - Federici, situata vicino ai resti dell’antica Luni di Ortonovo, produce bianchi, rossi, rosati e spumanti della DOC Colli di Luni, oltre a grappe e olio di oliva purissimo. Alla Selezione del Sindaco 2017 ha vinto quattro Medaglie d’Oro per altrettante etichette Colli di Luni del 2016: i bianchi Sarticola, Oro d'Ise'e, Solaris e il rosso Eutichiano (www.cantinefederici.com)

ZARDETTO PROSECCO

Dopo Bepi, Ernesto e Pino, silenziosi protagonisti di una storia ininterrotta per più di cento anni, è toccato a Fabio dare nuova energia all’Azienda: convinto fautore della necessità di dedicarsi esclusivamente alla produzione specializzata di Prosecco Spumante, nel 2002 dà il via ai lavori di costruzione della nuova cantina, dotata di tecnologie d’avanguardia. Oggi la Zardetto produce le DOCG Conegliano Valdobbiadene - Prosecco (anche con menzione “Le Rive” e “Superiore di Cartizze”) e la DOC Prosecco. Alla Selezione del Sindaco del 2016 ha vinto una Medaglia d’Argento per un Prosecco Superiore DOCG, lo Spumante Molin (www.zardettoprosecco.com)

LE BERTOLE

Nel 1997 Gianfranco e la moglie Viviana hanno realizzato la propria cantina con il marchio “Le Bertole®”, dall’omonimo vigneto di proprietà che produce il Cartizze nel territorio di Saccol, frazione di Valdobbiadene. La qualità eccellente delle uve è dovuta al rigido rispetto sia del disciplinare di produzione, con rese per ettaro molto basse, che della natura stessa del territorio caratterizzato da posizione favorevole, micro-clima unico, conformazione del suolo prevalentemente collinare anche di forti pendenze e terreno di natura calcareo-argillosa. Dalle uve alla vinificazione, dalla spumantizzazione alla commercializzazione, ogni bottiglia è frutto di accurate lavorazioni dove l’innovazione tecnologica permette di trovare un armonioso connubio tra storia del territorio e tradizione (www.lebertole.it)

QUOTA 101

Ogni scelta in questa Azienda - la prima nel padovano ad aver ricevuto la certificazione Biodiversity Friend, il riconoscimento per la tutela della biodiversità in agricoltura patrocinato dal Mipaaf - rincorre i concetti di sostenibilità e rispetto dell’ambiente, rafforzati dall’avvio della procedura della conversione biologica e dalla riqualificazione della cantina, dove i vini riposano tra botti di acciaio e tonneau di rovere. Oltre a olio extravergine di oliva, QUOTA 101 produce la DOCG Colli Euganei Fior d’Arancio (Secco, Dolce e Passito) e le DOC Colli Euganei (bianchi e rossi) e Prosecco. Alla Selezione del Sindaco del 2017 ha vinto una Medaglia di Bronzo per Ortone, un rosso della DOC Colli Euganei a base di merlot, cabernet e raboso e una Medaglia d’Argento per un Fior D'arancio Spumante Dolce (www.quota101.com)

AZIENDA AGRICOLA VICENTINI AGOSTINO

Agostino Vicentini ha ereditato dal padre Francesco 14 ettari di vigneto e in più la passione, l'amore per la terra, i segreti del mestiere e l'esperienza maturata nei 40 anni della sua attività. E a tutto ciò ha aggiunto la voglia di raggiungere nuove mete, cercando di ottenere sempre il meglio da una natura già assai generosa. Qui si producono le DOCG Soave Superiore e Recioto di Soave e le DOC Soave e Valpolicella (anche Superiore) (www.vinivicentini.com)

AZIENDA AGRICOLA CORTEFORTE

Il complesso di Fumane, attualmente denominato "Corteforte", sorse come sistema difensivo in età medievale. Oggi è un'azienda agricola produttrice dei vini classici della Valpolicella. I vigneti, allevati con il tradizionale metodo della Pergola Veronese, si estendono per circa tre ettari ad un'altitudine tra i 150 e i 300 mt su terreno di origine vulcanica, basaltica con pietra rossa e calcarea. L'appassimento avviene in fruttaio e tutti i vini, affinati in botti usate di rovere francese, si distinguono per il carattere deciso ma tradizionale. La Selezione del Sindaco del 2016 ha attribuito una Gran Medaglia d’Oro all’Amarone della Valpolicella Classico Riserva 2008 e una Medaglia d’Oro all’Amarone della Valpolicella Classico Terre di San Zeno (www.corteforte.it)

CORTE CANELLA

Lavoratori della terra si nasce, è uno stile di vita legato alle tradizioni e che inconsapevolmente scorre nelle vene, una vocazione maturata negli anni, unita alla coscienza di quanto la vite possa dare oltre al semplice grappolo e a scelte coerenti. Corte Canella si basa su questo. Qui si producono sia le DOCG Amarone della Valpolicella (che con un’etichetta del 2011 ed una del 2012 ha vinto una Gran Medaglia d’Oro alla Selezione del Sindaco del 2016 e del 2017) e Recioto della Valpolicella sia le DOC Valpolicella (anche Superiore, che con un’etichetta del 2013 ha vinto una Medaglia d’Oro alla SdS 2017) e Soave (www.cortecanella.it)

AZIENDA AGRICOLA ROBERTO SCUBLA

La Scubla, che dal 2006 è entrata a far parte dei Gran Cru d'Italia (una selezione ristrettissima di grandi e piccole aziende con caratteristiche di vera eccellenza), esporta principalmente in USA, Svizzera, Danimarca, Inghilterra, Olanda, Canada, Russia e Giappone. Con il Bianco Pomèdes, un Friuli Colli Orientali DOC ricavato da uvaggio di pinot bianco, friulano e riesling renano, ha vinto una Medaglia d’Oro alla Selezione del Sindaco 2017 (www.scubla.com)

LE SIEPI DI SAN GIOVANNI

?Qui si producono i vini tipici dei Colli Imolesi - le DOC Colli di Imola Pignoletto frizzante e Romagna Albana Spumante e l’IGT Rubicone Trebbiano fermo e frizzante - frutto di un accurato processo di vendemmia e vinificazione che corona il suo ciclo a due passi dalla Trattoria La Cantinetta e dall’Agriturismo ricavato da un antico edificio (probabilmente un convento medioevale) ristrutturato rispettando le architetture dell’epoca. Alla Selezione del Sindaco del 2017 l’Azienda ha vinto una Medaglia d’Oro con un Pignoletto del 2016 e una Medaglia d’Argento con Il Carieti Colli d'Imola Rosso del 2015 (www.lesiepidisangiovanni.com)

TORRACCIA DI PRESURA

Il vitigno prevalente è il sangiovese, che costituisce “l’anima” del Chianti Classico, ma si trovano anche canaiolo nero, colorino, foglia tonda, merlot, cabernet sauvignon, trebbiano, malvasia bianca lunga del chianti e chardonnay, dai quali si ricavano i bianchi e i rossi dell’IGT Toscana, Spumante Brut e Vinsanto. L’immediata vicinanza di pinete e macchia mediterranea con cespugli di mirto, cisto, corbezzolo, alloro, lentisco e ginepro dai caratteristici profumi avvolgenti, incide inoltre favorevolmente sulle caratteristiche delle uve e quindi dei vini prodotti. La Selezione del Sindaco del 2017 ha premiato con una Medaglia di Bronzo Il Tarocco Riserva del 2014 della DOCG Chianti Classico e con una Medaglia d’Argento le IGT Colli della Toscana Centrale Rosso Arcante e Lucciolaio, entrambi del 2013 (le annate 2012 avevano ricevuto la Medaglia d’Oro nel 2016) (www.torracciadipresura.com)

BOCALE

Cento anni di storia e storie personali legano i Valentini a Montefalco, ma è a partire dal 2002 che sono tornati ad interpretare questo patrimonio ambientale e culturale dando vita ad un'azienda nata per fare tesoro di quell'antica passione per il vino tramandata per generazioni. Le produzioni di Montefalco Sagrantino DOCG (anche Passito), Montefalco Rosso DOC e Grappa di Sagrantino sono espressioni autentiche di un percorso di innovazione nella tradizione, nel pieno rispetto dei cicli ambientali e della cura per il processo artigianale che crea prodotti naturali di grande personalità. Ed è proprio con un Montefalco Sagrantino del 2013 che l’Azienda ha vinto una Medaglia d’Argento alla Selezione del Sindaco del 2017 (www.bocale.it)

SAGRIVIT CASTELLO DI MAGIONE

Dei 530 ettari totali, 32 sono coltivati a merlot, cabernet sauvignon, sangiovese, gamay, grechetto, chardonnay e sauvignon, che danno vita ai vini bianchi, ai rossi e ai rosati della DOC Colli Del Trasimeno e della IGT Umbria. Da anni l’Azienda si sta muovendo verso un’agricoltura sostenibile con l’eliminazione di diserbanti in vigna a favore delle lavorazioni meccaniche, l’uso di agro farmaci, la salvaguardia degli insetti impollinatori al fine di migliorare la biodiversità, lo sviluppo di tecniche innovative quali defogliazione tardiva e antitraspiranti naturali in grado di mitigare gli effetti negativi indotti dal global warming. In programma anche la realizzazione di “Biobeds” per la depurazione delle acque di lavaggio provenienti dai residui di trattamenti presenti nelle botti e dal lavaggio delle attrezzature attraverso l’uso di particolari filtri costituiti da materiale organico (www.sagrivit.it)

ANTICHE CANTINE MARIO TERENZI

Nella zona nord della Ciociaria e più precisamente in Serrone, nel cuore del territorio del cesanese, è situata la storica azienda "Antiche Cantine Mario Terenzi". Tramandata da padre in figlio, vanta una tradizione centenaria ed oggi i fratelli Emanuele e Paolo rappresentano la quinta generazione di viticoltori. I vigneti sono posizionati sulle pendici del monte Scalambra, nei tre principali Comuni delle denominazioni del Cesanese - Piglio DOCG, Affile DOC e Olevano Romano DOC - raccolte sotto il marchio LE TRE TERRE. Alla Selezione del Sindaco del 2017 l’Azienda ha vinto una Medaglia d’Oro con Nero dello Scalambra Cesanese di Affile DOC del 2015 (www.antichecantine.it)

ROSSOVERMIGLIO

L’Azienda Rossovermiglio, di proprietà della famiglia Verlingieri, si trova nella florida campagna sannita, dalla millenaria vocazione vitivinicola. Una sapiente combinazione di tradizione ed innovazione e il rispetto delle terre di origine hanno spinto i titolari a coltivare esclusivamente varietà autoctone locali, tutte uve di origine antichissima che nel Sannio beneventano hanno trovato la loro terra di elezione e dove oggi riescono ad esprimere al meglio tutte le loro potenzialità. Qui si producono le DOC Falanghina del Sannio e Sannio (anche Spumante) ed è con un Sannio Aglianico del 2015 che l’Azienda ha vinto una Medaglia d’Argento alla Selezione del Sindaco del 2017 (www.rossovermiglio.com)

PALMENTO COSTANZO

Il progetto di recupero dell’antico caseggiato e della cantina, risalenti alla metà del XIX secolo, è iniziato nel 2011 con un restauro conservativo condotto secondo i principi della bioarchitettura e con l'idea di riprodurre fedelmente il processo di produzione tradizionale. L’organizzazione della cantina è dettata dalla struttura originaria del palmento: il processo di lavorazione si svolge a ‘caduta’, dal livello più alto, che accoglie le uve appena raccolte, pigiate e subito poste nei tini di fermentazione, a quello inferiore dove si trovano le vasche di acciaio, fino a scendere nella bottaia. Tutti i vini prodotti sono espressione della DOC Etna e certificati bio. La Selezione del Sindaco 2017 ha attribuito una Medaglia d’Oro al Mofete Rosso del 2014 e una Medaglia d’Argento al Nero di Sei del 2015 (www.palmentocostanzo.com)

FRADILES

Pascoli verdeggianti, montagne con alti castagni e querce, colline ricoperte da boschi di lecci e agrifoglio, e poi vigneti e ancora vigneti, ampi e scoscesi per i pendii, luminosi, variopinti e soleggiati. In queste dolci alture i vitigni sono rappresentati da varietà locali: bovale sardo, cannonau, monica e altre specie autoctone, da cui nascono i vini della DOC Mandrolisai e della IGT Isola dei Nuraghi. Alla Selezione del Sindaco del 2017 l’Azienda ha vinto una Medaglia d’Oro con Fradiles del 2015, e due Medaglie d’Argento con Istentu e Antiogu, entrambi del 2013 ( www.fradiles.it)

CANTINA MURALES 

I Bianchi della CANTINA MURALES - Vermentino di Gallura DOCG, Vermentino di Sardegna DOC e Isola dei Nuraghi IGT - nascono dalla combinazione tra sottosuolo granitico, ricco di potassio, e l’influenza di un clima temperato-ventoso, che favoriscono la nascita di prodotti dal carattere intenso e peculiare, dalle note speziate o minerali ai toni fruttati e floreali. I Rossi - Cannonau di Sardegna DOC e Isola dei Nuraghi IGT - devono le loro impronte aromatiche distintive (caffè, thè, cioccolato, tabacco, china, ecc ...) e le sfumature eleganti e potenti non solo all’apporto della natura ma anche alle dovute attenzioni ai vari passaggi che in cantina hanno imposto lunghe attese, macerazioni e fermentazioni, cure meticolose e numerosi assaggi atti per cogliere le straordinarie evoluzioni dei vini (http://vinimurales.com)