“Castagna in festa” per #AmiatAutunno

“Castagna in festa” per #AmiatAutunno


Con la “Castagna in festa” ad Arcidosso (GR), prosegue #AmiatAutunno, la rassegna di appuntamenti dedicata ai prodotti tipici del Monte Amiata, che fino agli inizi di dicembre ogni fine settimana porta alla scoperta di paesi ancora a misura d’uomo e delle tradizioni enogastronomiche che li rendono unici.

Un itinerario che riunisce ben sette comuni: per un’intera stagione Abbadia San Salvatore, Arcidosso, Castel del Piano, Castiglion d’Orcia, Piancastagnaio, Santa Fiora e Seggiano offrono al visitatore eventi dedicati al Monte Amiata e ai suoi prodotti.

Venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 ottobre, con la “Castagna in Festa” Arcidosso rende omaggio ad uno dei prodotti principe della terra amiatina. Per tre giorni numerose  cantine del borgo si trasformano in taverne offrendo piatti della cucina tipica e curiosità gastronomiche a base di castagne mentre mercatini dell'artigianato, antiquariato, prodotti tipici locali occuperanno tutto Corso Toscana e Piazza Indipendenza. Spazio anche allo spettacolo con musica live, proiezioni luminose e giochi di luce, intrattenimento per bambini, sfilate medievale. Novità di quest’anno sarà un concerto in Piazza Cavallotti.

Al parco del Pero avrà luogo “Sapori in Festa” la mostra mercato di prodotti enogastronomici a cui aderiscono associazioni e presìdi di tutela come Slow Food, Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d’Amiata, Campagna Amica, Fondazione Radici Intelligenti di Seggiano. Qui sarà possibile trovare salumi e formaggi della zona amiatina e delle zone terremotate come Amatrice, delle Apuane, dell’Appennino umbro, della Maremma laziale e toscana, e quindi dall’Amiata, oltre a tartufi, olio di Olivastra seggianese e vino Montecucco IGT, dolci e prodotti di panificio tra i quali il rinomato Biscotto Salato di Roccalbegna.

Ma il calendario di #AmiatAutunno è ancora lungo.

Il 29 ottobre riflettori accesi su Campiglia d’Orcia (comune di Castiglione d’Orcia) per la “Festa del Marrone” che unisce gusto a folklore. Si gustano i piatti della tradizione e soprattutto, i marroni preparati in ogni modo. Intanto i tre Rioni in cui è suddiviso il paese danno vita alla festa. Le strade e le viuzze si riempiono di scenografie dove personaggi in costume raccontano di antiche leggende o cantano stornelli. La storia torna a vivere.

Nato per celebrare la fine del raccolto della castagna e l’inizio della stagione invernale  il 27, 28, 29, 31 ottobre e il 1 novembre a Piancastagnaio è tempo di Crastatone. Il termine Crastatone deriva dal verbo dialettale “crastare”, ovvero l’atto di tagliare la castagna prima di metterla sul fuoco, da  qui la “crastata” (caldarrosta). I chiassi delle Contrade diventano suggestivi percorsi tutto da scoprire: qui l’aria profuma di caldarroste e legna bruciata; cantine e locande offrono degustazioni e  menù deliziosi prendendo per la gola i visitatori con specialità a base di castagne, monne, brodolose, vecchiarelle e suggioli. Mostre d’arte, artigianato e visite guidate arricchiscono la manifestazione.

Il 3 e il 4 novembre, #AmiatAutunno si sposta a Santa Fiora con la “Sagra del Marrone Santafiorese” dedicata ancora una volta alla pregiatissima castagna del Monte Amiata. Due giorni di degustazioni di prodotti tipici a base di castagne, visite guidate nei boschi di Santa Fiora e nei seccatoi, i luoghi tradizionali della lavorazione dei marroni.

Agli oli di Olivastra Seggianese è dedicata la “Festa Olearie” in programma il 2 e 3 dicembre a Seggiano, che offrirà appuntamenti culturali a tema, la migliore tradizione dell'artigianato locale, gastronomia di eccellenza, visite guidate al Museo dell'Olio Diffuso e degustazioni con il metodo Panel Test di olio nuovo ottenuto dalla spremitura della cultivar autoctona. Fiore all’occhiello del percorso museale l’Olivo nel Cisternone, primo progetto scientifico-sperimentale a livello mondiale di una pianta di specie autoctona Olivastra Seggianese alimentata aeroponicamente (radici sospese in vapori acquei e sostanze fitonutritive) collocata all’interno di un’antica cisterna dal novembre 2014. 

Info: www.amiatautunno.it - Facebook Amiatautunno - Instagram: Amiatautunno