“Vkusnissimo” il 1° Simposio sul turismo enogastronomico tra Italia e Russia“

“Vkusnissimo” il 1° Simposio sul turismo enogastronomico tra Italia e Russia“


Si è concluso tra gli applausi “Vkusnissimo” il 1° Simposio sul turismo enogastronomico tra Italia e Russia“ del 1 e 2 marzo scorso ed organizzato da 5 Sensi e Media Track presso la splendida location dell’Hotel Aqualux Terme & SpA di Bardolino (Vr). L’evento ha celebrato l’enogastronomia tra l’Italia e la Russia, accomunate da molteplici interessi ed una fitta rete di progetti che le vedranno unite sinergicamente nell’anno corrente dedicato al Cibo Italiano. Il 1 di marzo, nonostante la neve, ad aprire i lavori Eleonora Scholes (Spazio Vino) ha fornito un quadro preciso ed attuale sulle dinamiche di mercato del consumo di vino in Russia ed il trend dei vini Italiani. La tavola rotonda condotta da Carmen Guerriero, sulle prospettive e lo sviluppo del Turismo Enogastronomico tra Italia e Russia, ha offerto agli Speaker Italiani e Russi, come alla platea un vero momento di confronto.

Il turismo si è trasformato, dunque, divenendo potente volano della nostra economia, capace di attrarre turisti sempre più consapevoli, con una maggiore capacità e propensione alla spesa, alla ricerca di qualità, di conoscenza e contatto con la cultura del territorio. Questa consapevolezza è propria dell’Associazione di Comuni “Città del Vino”, il cui rappresentante Enzo Giorgi, si è detto pronto a sostenere e coinvolgere il territorio ed i suoi operatori per agevolare la scoperta della provincia Italiana da parte dei TO Russi.

Eugenia Doroshenko ha parlato delle tendenze nel turismo enogastronomico, confermando la crescita sempre maggiore di turisti russi in questo segmento di mercato. Turisti che sempre più spesso vengono in Italia con il desiderio di conoscere le tradizioni enogastronomiche del nostro paese. Nel pomeriggio, Alberto Lupini (Italia a Tavola) ha condotto la Tavola Rotonda “Best Practices e Storie di Successo” a cui hanno partecipato: Matteo Bruno Lunelli (Cantine Ferrari), Lorenzo Zonin (Zonin1821), Salvetti Alberto (Olio Viola), Franco Cavallon: Direttore del Consorzio Tutela Vini D.O.C. Gambella. Matteo e Lorenzo hanno proposto le loro due diverse strategie di marketing, entrambe estremamente efficaci e produttive di fatturato a doppia cifra. Cantine Ferrari punta ad eventi di prestigio ed abbinare il Ferrari Trento doc a personaggi vincenti, sia sportivi, sia della spettacolo. Zonin1821 ha sviluppato un esclusivo progetto denominato “Gastronomy Experience”, rivolto principalmente a Sommelier e Giornalisti, che mira a far vivere esperienze uniche a professionisti che spesso non sono ancora suoi clienti, promuovendo in modo estremamente efficace ed imparziale le eccellenze gastronomiche del territorio in cui i suoi vini sono prodotti. Di seguito il sig. Salvetti ha spiegato le caratteristiche di qualità di un Olio extravergine d’oliva, lezione molto utile ai Russi e non solo. Per concludere con Franco Cavallon che ha raccontato le caratteristiche del nuovo progetto di turismo enogastronomico “Volcanic Wine Park”.

Quanto detto la mattina da Eleonora Scholes (Spazio Vino) è stato confermato da Evelina Shahbazova (Import director Saman Company) che ha illustrato uno spaccato dell’attuale situazione del settore nella provincia Russa (Kazan): “La crisi ha influenzato l’import ed il consumo di vino in Russia, portando alla ricerca della migliore qualità in ogni segmento di prezzo, alla ricerca di nuovi vini e dell’interesse verso i vini biologici e senza solfiti. I vini con una fascia disprezzo al pubblico dai 5 ai 15 euro, sono di gran lunga i più venuti. I vini Italiani occupano il primo posto per quantità e qualità sui scaffali delle loro enoteche, in cui si vendono prevalentemente vini rossi, mentre il Prosecco ed in generale le Bollicine prevalgono sui vini bianchi fermi e rosati.” Sempre Evelina ha spiegato che molti clienti vengono nelle loro enoteche a chiedere dove andare in Italia per assaggiare le eccellenze gastronomiche e stanno pensando di organizzare tour enogastronomici in Italia.

Le parole di Filippo Magnani (Fufluns deluxe Wine & Gourmet Tour) e speaker all’evento, sono eloquenti del clima positivo che si è instaurato tra i partecipanti al Simposio: “Il successo dell’evento è dovuto ad una platea qualificata tanto quanto gli Speaker, al numero contenuto di partecipanti che ha permesso un reale networking, con un fitto scambio di idee per la costruzione di nuovi progetti. Torno a casa con la valigia piena di ottimi contatti con cui svilupperò sicuramente nuovi progetti, sia con Operatori Italiani come Russi.” La controprova di quanto affermato da Filippo la si ha avuta nel vedere Matteo Lunelli e Lorenzo Zonin partecipare al seminario che seguiva il loro dibattito, attenti sia nel prendere appunti come nel porre domande ai due Speaker Russi intervenuti a spiegare gli ultimi trend del consumo di Vino (Evelina Shahbazova - Import director Saman Company) e su come promuoversi in Russia (Caterina Horbatkova - EsplorEst). L’alto livello degli operatori è stato confermato il giorno successivo, con il workshop b2b del 2 marzo tra 45 operatori turistici italiani ed i 24 Tour operator Russi. Claudia Da Rin in rappresentanza di un hotel 5 stelle della Sardegna, ha affermato soddisfatta: “Sono contenta di aver partecipato nonostante il maltempo, buon livello di TO Russi, alcuni già conosciuti.” Altrettanto i TO Russi sono molto contenti della qualità delle proposte ricevute. Nel pomeriggio la Degustazione, incrociando gli sguardi dei 40 professionisti Russi presenti ed il loro insaziabile desiderio di provare e riprovare le 24 cantine ed i 6 produttori (Oglio Viola, Acetaia Leonardi, Scapin, Gabriele Ferron (ambasciatore del riso nel mondo), Carlo Benedetti, pasticceria Fraccaro) non mancheranno presto nuovi contratti ed aumenti di fatturato. Nicola Scappini ha confermato l’importanza di questi eventi per poter far conoscere meglio ai turisti russi i prodotti non solo del territorio Veneto ma con la sua attenta selezione delle eccellenze enogastronomiche Made in Italy da tutte le regioni Italiane. "Due giornate meravigliose ben organizzate le aziende hanno dimostrato professionalità presentando prodotti di eccellenza. I russi hanno manifestato grande interesse, nella mia postazione si sono soffermati per mirare la miniatura della pila, i risotti sono stati apprezzati da tutti. Credo che in futuro avremo visitatori alla scoperta delle nostre realtà.” - conferma Gabriele Ferron - Ambasciatore del riso nel mondo. Accanto a due giorni di Conferenza-Workshop B2B-Degustazione, l’evento prevedeva Educational Tour sul territorio a forte vocazione esperenziale. In 3 giorni il gruppo di 24 TO Russi e provenienti da: Mosca, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Chelyabinsk, Nizhniy Novgorod, Harkov (UA), ha fatto tappa a: Verona, Bardolino, Sirmione, Desenzano, Salò ed ospitati da: Villa Quaranta, Aqualux, Caesius, Splendido Bay. Educational utile a valorizzarne agli occhi dei professionisti del settore Food&Wine e dei Tour Operator internazionali, gli aspetti di qualità, cultura e tradizione del territorio Italiano. Indimenticabile l’ospitalità della famiglia Tommasi, con il Caffè Dante ed enogastronomici pranzi e cene a Villa Quaranta dove soggiornava il gruppo con visita e degustazione in cantina. Natalia Obozhina titolare di CTL Center (Tour Operator di Ekaterinburg) afferma: “Il turista Russo viene in Italia minimo per una settimana, durante la quale desidera: escursioni, visitare cantine, cooking class, coccolarsi nella SPA e fare Shopping. A tale proposito è stata dedicata un’intera giornata a Fidenza Village, vicinissima a Verona per un Russo e scelta per la sua qualità e quantità di negozi di buon livello.” Affermazione confermata dai Russi al ritorno, pieni di pacchi e pacchettini. Svetlana Trushnikova, titolare di 5 Sensi (consulenza e comunicazione) aggiunge: “Questo Educational esperenziale permette di vedere, toccare e degustare tutto quello di cui si è parlato al Simposio. L’interesse e le emozioni provate saranno trasmesse ai clienti e tutto questo aumenterà sicuramente il flusso turistico verso Verona nella stagione che sta per iniziare. Ecco perché abbiamo scelto per il Simposio “Vkusnissimo” l’Hotel Aqualux di Bardolino, ottimo punto di partenza per un turismo esperienze genuine.” Prosegue “Il Simposio è stato un successo, con alcune richieste di portare il Format in altre regioni ed il prossimo Simposio che si terrà a Novembre avrà come focus “Terme e Spa”, perché come dicevano gli antichi romani “mente sana in corpo sano”. La formula del Format: Convegno, Workshop B2B, Degustazione, Educational Tour per i professionisti stranieri accreditati, ha centrato l’obbiettivo che ci eravamo prefissati. Il networking è stato reale e di sostanza, sia tra Italiani e Russi come tra i partecipanti della stessa nazione, unendo in un comune interesse professionisti di due diversi settori, accumunati dallo stesso tipo di cliente, questo ha portato ad un proficuo scambio di vedute su temi comuni.”