Presentata «DiVinNosiola»

Presentata «DiVinNosiola»


«DiVinNosiola», la manifestazione che celebra il pregiato vitigno bianco della Valle dei Laghi, i vini e le grappe che si ottengono dalle sue bacche, nonché il territorio che da secoli si dedica alla sua coltivazione, ha preso ieri il via con l'inaugurazione della mostra allestita al piano terra dei Palazzo Roccabruna, che presenta, una accanto all'altra, le etichette di 22 cantine. Rimarranno in esposizione per un mese, così come avverrà all'Hosteria Toblino, a Sarche i due poli dell'evento, che propongono anche degustazioni guidate e menù particolari, studiati per valorizzare le peculiarità di questi vini autoctoni.

La nona edizione di «DiVinNosiola» è stata lanciata ieri mattina nella sede dell'APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, alla presenza dei rappresentanti di tutte le realtà istituzionali e associative che collaborano alla costruzione di un cartellone al solito ricco di appuntamenti di ogni genere, che spaziano dall'enogastronomia alla cultura, dal divertimento allo sport. Il periodo scelto per celebrare il Vino Nosiola Trentino, il Trentino D.O.C. Vino Santo, le grappe di Nosiola e di vinaccia di Trentino D.O.C. Vino Santo, è quello compreso fra il 22 marzo e il 22 aprile, quattro settimane nel corso delle quali la Valle dei Laghi e la città di Trento ospiteranno tante iniziative, dedicate a chi apprezza questo vino e a chi vuole tuffarsi negli ambienti naturali dove nasce.

«Parliamo di una proposta enogastronomica che celebra la cultura, le tradizioni e i luoghi dove ha origine una delle eccellenze del Trentino - ha commentato il presidente dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Franco Aldo Bertagnolli - La sinergia tra turismo, territorio ed enogastronomia è import