Monteforte d'Alpone, Festa dell'Uva e Palio delle Contrade

Monteforte d'Alpone, Festa dell'Uva e Palio delle Contrade


Sabato 13 e domenica 14 settembre 2014 nel centro storico di Monteforte d’Alpone (Verona) si svolgerà l’84a Festa dell’Uva. L’antico borgo, che si trova nella zona “storica” del Soave (quella dove nasce il Soave Classico Doc), è il comune a più alta densità viticola d’Italia: la coltivazione della vite, infatti, si estende su 1.700 dei 2.000 ettari circa di territorio comunale.
 
I SAPORI DELLE CONTRADE
La festa vera e propria partirà sabato 13 settembre, a partire dalle 19.00, con due appuntamenti: I Sapori delle Contrade e la Taiadèla fatta con la Méscola. Con I Sapori delle Contrade gli otto chioschi delle contrade si disporranno lungo le due vie principali del paese e ognuno proporrà un piatto tipico diverso, dall’antipasto al dolce: si potrà acquistare un ticket che comprende le otto degustazioni. Inoltre, si potrà acquistare anche un bicchierino da osteria che permetterà di fare rifornimento di vino nei vari chioschi durante la serata. Poi l'Accademia della Taiadèla presenterà l’8a edizione della "Taiadèla fatta con la Méscola": sotto a degli ombrelloni illuminati nonne, mamme e ragazze delle varie contrade, armate di méscola (mattarello) e cortèla (un tipo di di coltello), dopo aver realizzato l’impasto, tireranno la sfoglia e prepareranno le taiadèle (tagliolini).
 
IL PALIO DELLE CONTRADE
Domenica 14 settembre, a partire dalle 15.30, la Banda Comunale Alpina di Monteforte e gli Sbandieratori di Merlara (Pd) apriranno la Sfilata dei Carri delle Contrade; in programma la premiazione del concorso "Le uve migliori del vino Soave" e il 27° Palio delle Contrade, l’evento montefortiano più atteso dell’anno. Si tratta di una gara di pigiatura dell’uva Garganega (quella che da cui nasce il vino Soave, come testimonia la foto di Paolo Mosele) a piedi scalzi che rievoca i tempi passati, e che risveglia tra le otto contrade una sana e divertente rivalità. La gara di pigiatura sarà preceduta dalla corsa dell’alfiere, che porterà la bandiera della contrada, dalla corsa delle contadinelle e, infine, dalla corsa dei contadini con le dèrle, un antico strumento che veniva utilizzato per vendemmiare. Poi alle 21.30, in piazza Silvio Venturi, avrà luogo uno spettacolo in lingua veneta dell’Anonima Magnagati, gruppo cabarettistico. La serata si concluderà con Luci e Colori dal Campanile, un meraviglioso spettacolo pirotecnico da uno dei campanili più alti della provincia di Verona.
 
IN CASO DI PIOGGIA LA MANIFESTAZIONE DI SABATO SERA SARÀ SPOSTATA ALLA SERA DI SABATO 20 SETTEMBRE (Sapori delle Contrade), MENTRE QUELLA DI DOMENICA SARÀ SPOSTATA ALLA SERA DI VENERDÌ 19 SETTEMBRE (Sfilata e Palio delle Contrade in notturna).