"Emilia Sur Lì", ?la festa del vino emiliano rifermentato in bottiglia



"Emilia Sur Lì" è, dal 2016, la festa del vino emiliano rifermentato in bottiglia. In programma il 2 giugno, è promossa dall'omonima associazione, nata dalla volontà di promuovere una tradizione ed una eccellenza emiliana.?Per la prima volta, l'iniziativa si svolge a San Polo d'Enza, in provincia di Reggio Emilia.

Dalle 11 alle 19, in piazza Sartori, c'è l'appuntamento con i banchi d'assoggio, e venti produttori dalle province di Bologna, Modena, Reggio E., Parma e Piacenza. “Emilia Sur Lì”, però, non è semplicemente una fiera, organizzata per "vendere vino": i produttori la considerano un percorso culturale, il cui obiettivo principale non è dare dignità a una pratica agricola.

Oltre alle degustazioni - in particolare sono in programma 7 laboratori, su prenotazione, con verticali di alcuni produttori soci - è in programma anche un convegno, un momento di approfondimento, che quest'anno vede la partecipazione di Jonathan Nossiter, il regista autore di Mondovino (candidato alla Palma d’oro a Cannes) e Resistenza Naturale (Festival di Berlino). Dalle 15.30 Nossiter interviene su "Cultura rifermentata.  Un'avventura emiliana che rivitalizza il passato e il futuro... Riflessioni sull'incrocio tra viticoltura, agricoltura e cultura".??La festa è organizzata in collaborazione con la Trattoria della Torre. Dopo la chiusura dei banchi d'assaggio, concerto dei Kalevala hms.

Chi promuove la festa?

“Emilia Sur Lì” (una italianizzazione del francese sur lie) è un’associazione di promozione sociale, nata con l'obiettivo di far capire a un pubblico ampio cosa c’è dietro a una bottiglia di vino rifermentato in bottiglia, e spiegare come questo metodo - che è figlio del territorio - garantisca la produzione di vini che possono avere una importante evoluzione in bottiglia, a differenza dei vini frizzanti fermentati in autoclave, che durano due o tre mesi dall’imbottigliamento.

Chi è “Emilia Sur Lì”?

I soci produttori sono 25. L'associazione Emilia Sur Lì non è aperta a tutti, ma solo ai vignaioli, cioè a coloro che seguono all’interno di un’azienda tutto il processo produttivo, spesso fino alla distribuzione, e le cui aziende siano certificate biologiche o biodinamiche.

Come si partecipa alla festa??

I biglietti d’accesso ai banchi d’assaggio costano 10 euro, più 5 euro di cauzione per il bicchiere. Accesso gratuito a banchi alimentari e al convegno.

Info: emiliasurli.net

Programma emilia sur li elenco produttor