Gli effetti della grandinata nel Sannio

Gli effetti della grandinata nel Sannio


Riportiamo in allegato alcune brevi considerazioni del Professor Alberto Vercesi (Istituto di Frutti-Viticoltura-Università Cattolica Sacro Cuore di Piacenza) sugli effetti della grave calamità naturale che ha recentemente colpito il Sannio.

Vento, piogge torrenziali e copiose grandinate si sono abbattute su abitazioni, autoveicoli, vigneti, frutteti ed orti, colpendo le coltivazioni agricole in una fase molto delicata e mettendo così a rischio la produzione di vino, olio e altre eccellenze locali.

Quando una violenta grandinata colpisce la viti nelle prime fasi degli sviluppi vegetativi, ma con esposte porzioni di chioma già notevoli (germogli lunghi diversi decimetri) e significative (grappoli ben esposti), può essere compromessa quasi per intero la vendemmia dell’annata, perché i chicchi di ghiaccio lacerano o addirittura distruggono i germogli principali che portano la pressoché totale produzione dell’anno.

Non bisogna avere timore di eliminare anche ampie porzioni di chioma, anche di legno al secondo anno (capi a frutto) che risultasse fortemente danneggiati. E’ importante intervenire impostando la pianta per la prossima potatura in modo appropriato e volto a ben reimpostare la produzione per il prossimo anno.

Considerazioni grandine sannio vercesi