Rete di Impresa per le pmi del vino italiane

Rete di Impresa per le pmi del vino italiane


Wine Meridian presenta il progetto Rete di Impresa per le pmi del vino italiane

Il 30 gennaio la presentazione del primo progetto di rete per le piccole e medie imprese del vino italiano. Un progetto per condividere azioni di comunicazione, di commercializzazione in Italia e all’estero e di gestione comune di risorse umane

Era da molti anni che ci pensavamo e finalmente oggi siamo pronti. Da tempo, infatti, stavamo preparando un progetto totalmente dedicato al supporto delle piccole e medie imprese del vino italiano che, non ci stancheremo mai di ricordarlo, rappresentano oltre l’80% del tessuto produttivo del nostro Paese. Da anni collaboriamo con pmi del vino italiane e abbiamo analizzato in profondità tutte le loro principali problematiche e fabbisogni. Quotidianamente, anche con la nostra collaborazione con Wine People, ci confrontiamo con micro, piccole e medie aziende italiane che hanno difficoltà, dal punto di vista economico ma anche di gestione, ad assumere manager adeguati per le loro caratteristiche. Senza dimenticare la cronica difficoltà di gestione e presidio del mercato, sia nazionale che internazionale, da parte di realtà che hanno dimensioni inadeguate per affrontare mercati in maniera efficace. Ed infine, non certo per importanza, la problematica delle comunicazione. La gran parte delle pmi del vino italiane hanno una voce troppo “flebile” per poter essere udibile. Hanno risorse troppo ridotte per essere presenti nelle iniziative comunicative più importanti.
Tutte le ragioni sopra esposte ci hanno portato alla costruzione di un progetto di rete dedicata specificatamente alle piccole e medie imprese del vino italiane. Riteniamo, come abbiamo scritto numerose volte sul nostro magazine, che la rete di impresa si il modello di aggregazione ideale sia da un punto di vista giuridico (si tratta di un “contenitore” di facile gestione e amministrazione) che organizzativo (ha una grande flessibilità e può essere costruito esattamente sui fabbisogni e caratteristiche delle imprese coinvolte).
Il progetto di rete che proponiamo, in estrema sintesi, è stato concepito per poter realizzare le seguenti azioni comuni:
• Comunicazione collettiva della rete (con amplificazione della notorietà di ogni singolo partecipante della rete);
• Apertura nuovi mercati insieme;
• Partecipazione ad eventi (fiere, B2B, ecc.) insieme;
• Condivisione di figure professionali (agenti/area manager in specifiche aree del Paese, responsabile nuove aree mercato, export manager, brand ambassador, ecc.);
• Attività di incoming (con operatori, opinion leader selezionati);
• Eventi di comunicazione e promozione collettivi;
• Vendita online collettiva;
• Vendita prodotti dei partner di rete nei rispettivi punti vendita.
Si tratta di azioni molto importanti che consentono da un lato importanti risparmi attraverso efficaci economie di scala, dall’altro la creazione di un portfolio prodotti complementare in quanto verranno coinvolte imprese con prodotti non concorrenziali tra di loro. Oggi, quest’ultima caratteristica, rappresenta un fattore competitivo molto importante e di grande appeal per i buyer sia nazionali che internazionali. Con un unico interlocutore, infatti, si riesce ad avere un’offerta ampia e coerente rappresentativa dei più importanti territori produttivi italiani. Ci piace enfatizzare, inoltre, il vantaggio offerto dalla rete di impresa rispetto ad un tema oggi strategico per tutte le aziende del vino italiane, in gran parte oggi sotto strutturate: la cogestione (anche dal punto di vista economico) delle risorse umane. Oggi sono molto poche le realtà produttive del nostro Paese che si possono permettere manager monomandatari che si occupino in esclusiva dell’offerta di un’azienda. La rete non solo consente una compartecipazione agli investimenti in risorse umane ma permette, soprattutto, la selezione di risorse umane, di manager “specializzati” nella tipologia di prodotti compresi nel portfolio della rete. Ciò aumenta fortemente l’appeal complessivo della rete che diventa così molto più appetibile e interessante per manager di maggiore competenza ed esperienza. Il progetto di rete verrà presentato ufficialmente il 30 gennaio, alle ore 15 nella sede di Lonigo in via Martiri delle Foibe, 9. All’incontro parteciperà anche il dott. Luca Castagnetti, commercialista di Studio Impresa, esperto di costituzione di reti di impresa nel settore agroalimentare. Per chi fosse interessato a partecipare (anche in web conference) può inviare mail a redazione@winemeridian.com e riceverà tutte le info. (Fabio Piccoli)