Le vigne all’ombra della Dormiente del Sannio

Le vigne all’ombra della Dormiente del Sannio


Alle pendici del Monte Taburno, la "Dormiente del Sannio", da oltre un secolo nell’Azienda Agricola Terre d’Aglianico l’arte della vitivinicoltura si tramanda di padre in figlio. L'Azienda esisteva già nei primi del '900: inizialmente con la vendita di vino, successivamente con quella di vino sfuso e uva e, infine, con la vendita di vini imbottigliati. Negli ultimi anni ha dato vita a etichette di alta qualità costruendo una nuova cantina che utilizza sistemi di lavorazione innovativi e trasformando i vigneti da pergola a spalliera. I terreni, nel cuore del Taburno DOCG, sono di origine alluvionale, argillosi/calcarei, collinari e con perfetta esposizione che contribuisce a donare ai vini grande corpo e intensi profumi. I vigneti, situati a 250 m s.l.m. con sistemi di impianto guyot con capo a frutto rinnovabile e intensità di impianto  che raggiunge i 4000 ceppi per ettaro, sono trattati secondo antichi metodi e rispettando il piano eco compatibile così come le uve provenienti da vitigni autoctoni, che vengono raccolte a mano e portate con le cassette in cantina nel più breve tempo possibile per mantenere intatte le loro caratteristiche.

Qui si producono tutti le eccellenze enologiche tipiche del territorio.

I Rossi a base di Aglianico, dalle tinte rubino con riflessi violacei, profumi intensi e fini che ricordano l'aroma fruttato e speziato e gusto pieno e morbido, caldo di tannini vellutati nel Geohellenico Aglianico del Taburno Rosso DOCG e nel Tatillo Aglianico del Taburno DOCG Riserva, giustamente tannico nel Sannio Aglianico DOP e nell’Aglianico Beneventano IGT. Il Rosato Aglianico del Taburno DOCG dalle sfumature rosa salmone con riflessi ciliegia, dai profumi intensi e fini che ricordano l'aroma fruttato, caldo e morbido.

I Bianchi a base di Coda di Volpe, con olfatto particolarmente fresco, sentore di fiori e frutta matura, corretta e piacevole avvolgenza e acidità vestita appena percettibile nel Taburno Sannio Coda di Volpe DOC, e quelli a base di Falanghina, di colore giallo paglierino, dall’aroma finemente elegante con richiami di frutta matura, buona alcolicità e diversi caratteri organolettici in perfetto equilibrio tra loro nella Falanghina del Sannio DOP e nel dorato Falanghina Passito Angelico, dai profumi persistenti e intensi di frutta esotica e allo stesso tempo fragrante, gusto pieno, caldo e morbido nel Beneventano IGT Venere e nel Taburno Falanghina del Sannio DOP Ebe.