Boca, Fara, Ghemme e Sizzano: 50anni di Denominazioni



Boca, Fara, Ghemme e Sizzano: 50anni di Denominazioni


Città del Vino festeggia i Comuni

di 4 Storiche Doc dell'Alto Piemonte

nel 50° anniversario della loro istituzione

Fara, Briona, Sizzano, Ghemme, Romagnano Sesia, Boca, Maggiora

 

Sono 7 i Sindaci delle Città del Vino che sabato 9 marzo riceveranno un attestato che celebra il 50° anniversario dell'istituzione di quattro storiche Denominazioni di origine: Boca (DPR 18 luglio 1969 - GU 226 5 settembre 1969), Fara (DPR 13 agosto 1969 - GU 279 del 5 novembre 1969), Ghemme (DPR 18 settembre 1969 - divenuta poi DOCG con DM del 29 maggio 1997 - GU 137 del 14 giugno 1997) e Sizzano (DPR 18 luglio 1969 - GU 225 del 4 settembre 1969).

Si tratta dei Comuni di Fara Novarese e Briona per la Doc Fara; Sizzano; Ghemme e Romagnano Sesia per la Docg Ghemme; Boca e Maggiora per la Doc Boca.

La cerimonia si svolgerà alle ore 12:30 presso la Camera di Commercio di Novara (Via Avogadro, 4). Interverranno il Presidente dell'Associazione Nazionale Città del Vino Floriano Zambon, il Vice presidente nazionale Stefano Vercelloni (nella foto, Coordinatore regionale delle Città del Vino del Piemonte e vice sindaco di Sizzano). Sono stati invitati il Sindaco di Novara Alessandro Canelli, il Presidente della Provincia di Novara Federico Binatti, il Presidente della Camera di Commercio Maurizio Comoli, l'Assessore all'Agricoltura della Regione Piemonte Giorgio Ferrero. Parteciperanno anche Lorezza Zoppis, presidente del Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte e Maria Rosa Fagnoni, Presidente ATL Novara.

In questa occasione sarà ricordata la figura di Emilio Cravanzola, recentemente scomparso, già vice presidente nazionale e già coordinatore regionale delle Città del Vino del Piemonte, nonché amministratore del Comune di Guarene (Cuneo), prezioso collaboratore dell'Associazione e grande amico. Una targa ricordo sarà consegnata alla moglie e al figlio che saranno accompagnati dal vice sindaco di Guarene, Piero Rivetti.

L'iniziativa sarà preceduta da una riunione di lavoro del Consiglio Nazionale dell'Associazione Città del Vino che vedrà riuniti rappresentanti provenienti dal tutte le regioni italiane. “Sarà l'occasione per parlare dei nostri prossimi importanti appuntamenti in calendario – afferma il presidente nazionale Floriano Zambon – dal prossimo Vinitaly, con la presenza per la prima volta di uno nostro esclusivo stand di Città del Vino nel Padiglione 8 Stand G7, all'organizzazione del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino che si terrà a Frascati dal 30 maggio al 2 giugno 2019”.

Colgo l'occasione – afferma Stefano Vercelloni, vice presidente di Città del Vino – per invitare le aziende vitivinicole del territorio delle nostre Denominazioni a partecipare al Concorso enologico internazionale; è una importante vetrina sopratutto per le piccole e medie imprese che possono così mettere in mostra la qualità dei loro vini; per iscriversi e conoscere il regolamento cliccare su www.cittadelvino.it. Infine mi fa piacere onorare la memoria di Emilio Cravanzola, un grande amico oltre che un bravo amministratore e dirigente dell'Associazione Città del Vino, fortemente attaccato al suo territorio di Langa e alle sue tradizioni”.