Il Bilancio Facile di un piccolo Comune del vino

Il Bilancio Facile di un piccolo Comune del vino


 

Brusnengo, Città del Vino della Provincia di Biella, mantiene il suo primato di Comune digitale. Questa volta lo fa attraverso l’impegno di Dante Poverello, ex sindaco, e dalla scorso marzo Ambasciatore delle Città del Vino; un suo progetto ha partecipato al premio e.gov di Riccione 2014 e su 112 progetti si è classificato in finale con il progetto "Bilancio Facile". Il programma in visual basic rielabora il bilancio del comune creando dei prospetti facili da leggere e comprendere. Rielaborando mensilmente i dati di bilancio si possono monitorare le spese degli enti locali, vedendo nel dettaglio come vengono utilizzati i soldi del contribuenti.
Una copia è stata inviata a tutte le associazione degli enti locali.

Per i Comuni, tutti i Comuni, anche per i più piccoli dove l’attività è comunque inferiore rispetto a paesi più grandi e città, presentare il bilancio ai cittadini in modo semplice non è… facile. Questo non tanto per la cattiva volontà degli amministratori, ma anche per le regole imposte per la sua redazione; pertanto la sequenza di cifre spesso risulta di difficile lettura, comprensibile quasi esclusivamente per gli addetti ai lavori.
Il “bilancio facile” proposto, partendo dai dati ufficiali elaborati in formato Excel, è stato sviluppato creando delle “famiglie” di voci omogenee che raggruppano i capitoli di bilancio all’interno del titolo. Sono state poi utilizzate le descrizioni dei capitoli del P.E.G. (Piano Esecutivo di Gestione) e i capitoli, aggregati all’interno delle “famiglie”, sono stati ordinati per importi di valore decrescente; l’ordinamento per importi decrescenti evidenzia subito le entrate/spese di maggior importo.

Il bilancio, così presentato, risulta di facile comprensione per gli amministratori e per i cittadini, anche quando viene pubblicato sul sito internet del Comune. Altro obiettivo, si risparmia carta (si passa da una media di carta che per l’intero documento di bilancio raggiunge anche i 2 cm di spessore ad un massimo di circa 15 pagine); così si risparmio anche tempo nella lettura, evitando la redazione di molti rapporti.
Pubblicando il “bilancio facile” ogni mese si possono controllare le spese e le entrate mensili del Comune e lo si può usare come Piano Esecutivo di Gestione, suddiviso per uffici, per monitorare – ad esempio – il rispetto del patto di stabilità.
Il progetto sviluppa e integra quello del “Cruscotto del Sindaco” utile a monitorare in tempo reale le entrate, le uscite e la situazione di cassa.