Spot TV dedicato al “rosa” più amato

Spot TV dedicato al “rosa” più amato


Dal 19 maggio il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo torna in TV per celebrare l’arrivo della bella stagione e la nuova campagna incentrata sul Cerasuolo d’Abruzzo DOC.

La campagna interesserà i principali canali RAI con passaggi da 5 e 10’’ anche in concomitanza con il Giro d’Italia, quale migliore abbinamento per il rosa più amato.

Il concept del film punta a sottolineare la caratteristica peculiare di questo vino: il suo colore cerasa (cilgiegia), detta in dialetto abruzzese Cirici, Cirice o Cirasce, da cui il nome Cerasuolo.

A fare da cornice ancora una volta l’Abruzzo: il verde lussureggiante dei vigneti che arrivano fino al mare, per un territorio unico che conferisce a questo vino il suo carattere eclettico e versatile.

Grazie al suo goloso profumo fruttato e al suo gusto fresco e vibrante, il Cerasuolo d’Abruzzo DOC è perfetto per la bella stagione.

Ottenuto con la vinificazione di sole uve di Montepulciano, le stesse del Montepulciano d’Abruzzo, raccolte a piena maturazione, il Cerasuolo d’Abruzzo DOC nasce da una particolare e antica tecnica di vinificazione tipicamente abruzzese, che prevede un limitato periodo di fermentazione in presenza delle bucce a poche ore oppure mediante una vinificazione “in bianco”. Questo legame con le antiche tradizioni è divenuto elemento caratteristico di questo rosato, che nel 2010 ha ottenuto la prima denominazione in Italia dedicata esclusivamente alla tipologia rosata, ed èoggi famoso in tutto il mondo.

Il Cerasuolo d’Abruzzo si ottiene dalle uve Montepulciano utilizzando una particolare tecnica di vinificazione, ossia limitando il periodo di fermentazione in presenza delle bucce a poche ore oppure mediante una vinificazione “in bianco”. Si tratta di un metodo antico, da sempre diffuso in terra d’Abruzzo, che nel corso degli anni ha subito una costante evoluzione tecnica pur rimanendo sempre fortemente legato alla tradizione.

Siamo orgogliosi di portare in televisione il rosa d’Abruzzo” afferma Valentino Di Campli, Presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo “Un ulteriore passo nel processo di diffusione di una cultura del bere in rosa che in Italia oggi rappresenta il 6%. Proprio nei mesi scorsi abbiamo presentato Rosautoctono, l’Istituto del Vino Rosa Autoctono Italiano, una compagine che raccoglie i Consorzi di tutela delle denominazioni di origine più rappresentative del settore (Bardolino Chiaretto, Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo d'Abruzzo, Castel del Monte Rosato e Bombino Nero, Salice Salentino Rosato e Cirò Rosato) con l'obiettivo dichiarato di dare una spinta decisiva, non solo dal punto di vista promozionale, ma anche economico e culturale, ai più significativi territori vocati alla produzione di questa tipologia di vino. Si tratta di un'esperienza aggregativa che ora, dopo diverse azioni messe in campo nel corso dell'ultimo anno, imbocca la strada del riconoscimento istituzionale e per noi raggiunge l’apice proprio con la messa on air di questo spot”.

L’iniziativa si colloca infatti in un progetto più ampio di valorizzazione dei vini abruzzesi a denominazione DOP (DOC e DOCG) e IGT, e di tutto lo straordinario territorio abruzzese, che ha avuto il via nel 2018 con un’intensa attività promozionale promossa dal Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo sia a livello nazionale che all’estero.