Due etruschi a Guardia: Il genio di Leonardo

Due etruschi a Guardia: Il genio di Leonardo


Inaugurata lo scorso 4 maggio la mostra didattica “Leonardo da Vinci: la vita, le opere, i codici e le macchine", alla chiesa Ave Gratia Plena di Guardia Sanframondi (BN). Un'emozione forte passeggiare tra le opere frutto del genio di Leonardo da Vinci, in compagnia del Sindaco di Guardia Sanframondi Floriano Panza e del presidente dell’Associazione “Il Genio Di Leonardo”, Antonio Capuano.

La mostra, che rimarrà aperta fino a luglio, è dedicata alle macchine ed al vino prodotto con l'antico metodo di Leonardo. Curata dagli architetti Carmine Faustino e Donato Domenico Inglese con il contributo del professore Ernesto Pengue, espone disegni e modelli funzionanti (macchine utilizzate per lavorare, per uso bellico, per la navigazione e per il volo), riproduzioni di quadri, conferenze didattiche sulla sua vita ed una minuziosa spiegazione di circa 50 modelli della collezione.

Anche a Guardia del resto si produce da secoli, nota come "uva di Cerreto", la Malvasia aromatizzata di Candia tanto amata da Leonardo che dal 1498 la produceva  nella sua vigna a Milano.

Il distretto “Sannio Falanghina” - Capitale europea del Vino 2019, il prestigioso riconoscimento assegnato al territorio beneventano da Recevin, la rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei - celebra così il genio dell’inventore toscano. Protagonisti dell’inaugurazione, tra gli altri, Giuseppe Festa, coordinatore scientifico dell'Associazione "Città del Vino", e l'enologo umbro Riccardo Cotarella, consulente della più grande cantina sannita e presidente dell’Associazione mondiale enologi.