Dal paesaggio perduto ai progetti di paesaggio

Dal paesaggio perduto ai progetti di paesaggio


Pubblichiamo un''interessante relazione presentata al quarto Bio Incontro dal titolo “Rigenerazione urbana & città, dall’abusivismo edilizio alla pianificazione ecosostenibile”, svoltosi ad Alcamo lo scorso 7 novembre e al quale aveva partecipato anche l'Associazione Nazionale Città del Vino con un intervento di Paolo Benvenuti dal titolo "Città/aree rurali/produzioni d'eccellenza: un nuovo equilibrio nel senso della sostenibilità".

 

Dal paesaggio perduto ai progetti di paesaggio - note a margine di una proposta di Donatella Blunda per Alcamo Marina”, a cura dell'Architetto Ferdinando Trapani dell'Università di Palermo, offre degli spunti di riflessione sul valore delle città e la normativa che regola l'urbanizzazione (legge urbanistica nazionale e codice dei Beni Culturali) per arrivare ad una provocatoria conclusione sulle “tracce per la rigenerazione urbana dell’abusivismo tutto da re-interpretare in chiave di inconscio collettivo”, passando per le esperienze di Caracas e di Istanbul dove la partecipazione attiva dei cittadini nel recupero e la determinazione sociale sulle politiche di vertice hanno costituito elementi decisivi per la gestione sostenibile delle trasformazioni urbane e per una ipotesi di recupero di Alcamo Marina.

Presentazione f trapani blunda