Torna Arte&Vino

Torna Arte&Vino


Una cantina giovane e moderna, una realtà enoica aperta alla sperimentazione e alle contaminazioni: questa è Monteverro, tenuta della Toscana del sud, dolcemente adagiata su quella nota ai più come la Costa d’Argento. In questa maremma autentica si snoda l’itinerario di Arte&Vino, un connubio speciale che quest’anno ha portato da Monteverro, un artista dall’animo e dalla vita poliedrica, “ricamatore di suggestioni” che trovano espressione in una lingua artistica, ardita manifestazione del suo modo di vedere il mondo: un forte senso del colore, con l’uso di materiali e tecniche diverse, la pittura in primis – dove prevalgono scelte figurative ma anche fiori, elementi vegetali, pesci e crostacei, fino ad arrivare all’astrazione – e in misura minore, la scultura.

 

Quella artistica è per Bruno Pellegrino una delle tante vite vissute, un’inattesa e tardiva passione: politico di lungo corso, attivo fino al 1992 - nel socialismo milanese, con la sua tradizione laica, democratica e riformista e ancora autore di libri, imprenditore, membro del Consiglio d’Amministrazione della Rai. Infine i piaceri dell’arte.

 

E in occasione di Arte&Vino, l’artista – beneventano di nascita, milanese d’adozione – animerà la tenuta Monteverro con due installazioni d’ispirazione faunistica: un cavallo in lastre di metallo sovrapposte dalle linee spigolose ma dall’insieme armonioso e dalla colorazione blu elettrico e un toro, stessa tecnica, in versione rossa, entrambe le tonalità accese che spiccano sui colori verdi dorati della campagna maremma nel periodo estivo. Un vero e proprio percorso creativo diretto a consacrare la stretta relazione tra la cultura del vino e quella dell’arte. L’arte – in tutte le sue forme – è un potente mezzo di comunicazione: e per rinsaldare ulteriormente questo connubio, la tenuta Capalbiese ospiterà - per un periodo più lungo - altre opere di Bruno Pellegrino: si tratta per lo più di realizzazioni pittoriche, volti dipinti su carta da parati con suggestivi effetti di trasparenze e pesci.

 

La collaborazione tra Monteverro e Bruno Pellegrino nasce nell’ambito della kermesse Arte & Vino, è curata da Maria Concetta Monaci e organizzata dall’associazione culturale Il Frantoio (http://www.frantoiocapalbio.com) che ha l’obiettivo di creare un percorso eno-artistico che tocchi arte, cultura, cibo, vino e ambiente - giunta quest’anno alla sua sesta edizione.

 

Monteverro - cantina gioiello ai piedi del borgo medievale di Capalbio - vanta 50 ettari di cui 35 vitati, 180mila bottiglie l’anno, 6 etichette - 4 rossi (Monteverro, Terra di Monteverro, Tinata e Verruzzo) e due bianchi (Chardonnay e Vermentino). Per prenotare una visita contattare: visit@monteverro.com oppure telefonare allo 0564 890937.

 

Per maggiori informazioni: http://www.brunopellegrino.it