Ogni vita è un viaggio

Ogni vita è un viaggio


L’Associazione nazionale delle Città del Vino, che ha dato il suo patrocinio alla manifestazione, parteciperà sabato 28 settembre con “I PIACERI DI BACCO: Omaggio a Mario Soldati, per i 50 anni di Vino al vino, libro che ha dato inizio al filone della letteratura e del turismo enogastronomico in Italia. Presentazione e degustazione di vini pregiati” con Luca Zanetti, attore e intervento musicale. Saranno presenti: Floriano Zambon e Paolo Benvenuti - presidente e direttore Ass. Nazionale Città del Vino, Mauro Migliorini - sindaco di Asolo ed Emanuela Cananzi - direttrice Festival del Viaggiatore.

 

Ogni vita è un viaggio e il viaggio è metafora della vita. E il viaggiatore è colui che ha una storia da raccontare, un punto di vista da condividere o una visione di futuro. Il Festival del Viaggiatore, che si svolgerà ad Asolo (Treviso) dal 27 al 29 settembre,  è un festival di storie, di emozioni, di suggestioni. Il suo centro è il viaggiatore, mentre il viaggio può avvenire in un luogo geografico, in una dimensione interiore, in un’esperienza. Perché ogni vita è un viaggio. E ogni viaggio è una scoperta, una sfida, un cambiamento. Ama mescolare le esperienze e le conoscenze, creare legami insoliti, trovare nuove strade. È per sua natura trasversale a più mondi: l’arte, il giornalismo, la letteratura, l’economia, l’escursionismo, la filosofia, l’artigianato, la sensorialità, la musica, il cinema, la tecnologia. Ma la sua missione è anche quella di ritrovare l'anima culturale e mecenate che Asolo ha avuto per secoli, riscoprire le potenzialità di un territorio ricco di storia, di vocazioni, di bellezza, aperto al mondo come una "piccola Venezia".

Viaggiatore del Festival e? chi offre al pubblico una storia, sa coinvolgerlo e renderlo a sua volta viaggiatore. È chi sa condividere un punto di vista o una visione di presente, di passato o di futuro ed e? pronto a mettersi in discussione, o ad aggiungere al suo tragitto gli sguardi originali e diversi dei compagni di viaggio. La passione è un vento forte, che gonfia le vele della vita e fa andare lontano. È la tavolozza di colori alla portata di qualsiasi essere umano, che supera e capovolge la quotidianità e contribuisce a renderci unici, inimitabili, preziosi. Siamo noi eppure siamo oltre noi, nella dimensione al confine del sogno. Una piccola grande sfida all’impossibile, al non essere, al conformismo.

Il Festival del Viaggiatore ha scelto quest’anno di veleggiare nel mare inquieto delle passioni, accettando il rischio di non controllare gli approdi; ogni viaggiatore ci condurrà nel suo arcipelago del cuore, ci mostrerà luoghi, colori, sapori, inquietudini, scampoli d’anima, ognuno alla ricerca del senso della vita, del piacere che accompagna ogni conquista e ogni conoscenza. Non resta che entrare nelle correnti e, assecondando il grande poeta, accettare che “il naufragar m’è dolce in questo mare”.

Cuore letterario del Festival del Viaggiatore, il Premio Segafredo Zanetti UN LIBRO UN FILM è il primo premio nazionale, dedicato alla narrativa per il cinema. Il premio è anche un progetto di formazione che ha l’obiettivo di scoprire nuovi talenti della sceneggiatura e creare un ponte qualificato tra cinema e letteratura. Il Premio quest’anno collabora con il Centro Sperimentale di Cinematografia, con la Scuola Holden e con il Master in sceneggiatura Carlo Mazzacurati. Nel giro di tre mesi, e dopo un workshop condotto da uno sceneggiatore professionista, l’opera vincitrice il Premio Segafredo Zanetti diventerà un trattamento cinematografico.

 

PROGRAMMA EDIZIONE 2019

TUTTI GLI EVENTI SONO AD INGRESSO LIBERO

 

Info: www.festivaldelviaggiatore.com

Festival del viaggiatore asolo 2019 programma lt