Pantelleria tra le migliori destinazioni di turismo del Vino

Pantelleria tra le migliori destinazioni di turismo del Vino


Paesi OnLine.it, il grande portale interamente dedicato al mondo del turismo, ha assegnato al Comune di Pantelleria - Città del Vino dal 1994 - la targa Top Ratednella categoria “Turismo del vino”. Si tratta di un riconoscimento importante, attribuito direttamente dai turisti e da coloro i quali hanno visitato Pantelleria negli ultimi anni, esprimendo un giudizio positivo dopo il soggiorno sull’isola.

Grazie a un particolare sistema di raccolta dei giudizi, PaesiOnLine è in grado di tracciare un quadro completo per ciascuna destinazione turistica. I parametri utilizzati riguardano la tipologia di vacanza per cui una meta è consigliata, la gastronomia e i suoi prodotti tipici, le attività preferite, cose da fare e da vedere, la sicurezza, l’accessibilità, il costo della vita e la qualità dei servizi.

Sulla base di tutte le informazioni, i voti e i commenti raccolti dagli utenti della community di PaesiOnLine, è emersa l’ottima reputazione del Comune di Pantelleria, premiato come una delle migliori destinazioni italiane nella categoria Turismo del vino. Questo riconoscimento è assegnato a quelle località in cui il vino costituisce l’elemento trainante dell’offerta turistica, e l’isola di Pantelleria offre all’enoturista un’ampia scelta di opportunità. Come la prima edizione di Passitaly, svoltasi dal 31 agosto al 4 settembre, una manifestazione internazionale dedicata ai sapori, alla natura, al turismo e alla cultura di una delle isole più belle e particolari del Mediterraneo.

Dopo l’inserimento della pratica agricola dell’alberello pantesco nella Lista dei beni immateriali dell’Umanità da parte dell’Unesco - afferma Angela Siragusa, Vicesindaco di Pantelleria e Assessore al Turismo - un'altra bella notizia per la nostra isola. Il premio attribuitoci dagli utenti di PaesiOnLine conferma la forte vocazione turistica di Pantelleria, resa celebre dalla produzione del vino Passito ottenuto dalle uve di Zibibbo. Gli enoturisti rappresentano il target su cui focalizzeremo le prossime attività di promozione dell’isola, un turismo di target medio-alto in grado di portare sviluppo all’intera economia isolana, come confermato dal successo della prima edizione di Passitaly. Nel corso delle quattro giornate della manifestazione, i tanti turisti sbarcati sull'isola per l'occasione, hanno avuto modo di partecipare a un calendario fittissimo di appuntamenti: degustazioni tematiche, show-cooking e visite guidate ai siti archeologici come l'acropoli di San Marco e Santa Teresa per scoprire l'architettura paesaggistica dell'isola dominata dai terrazzamenti e dai dammusi. Un successo che replicheremo l’anno prossimo, nella prima decade di settembre, in occasione dell’imperdibile appuntamento legato all’Expo 2015 di Milano”.