A due rossi toscani il WH Award 2019

A due rossi toscani  il WH Award 2019


E’ più di un premio per l’alta qualità. E’ il “sigillo di eccellenza”. The WH Award, il riconoscimento che Fattoria Mantellassi si è aggiudicata nella prestigiosa selezione del WineHunter Award 2019, è infatti un traguardo importante per un’azienda vinicola. Infatti viene assegnato annualmente a prodotti nazionali e internazionali che, a seguito di un’attenta valutazione da parte di una giuria altamente qualificata, raggiunge un punteggio minimo compreso tra gli 88 e i 100 punti.

Le commissioni di degustazione sono coordinate da Helmuth Kocher, presidente e fondatore del Merano Wine Festival con il supporto del Masterchef Bruno Cicolini.

Le etichette di Fattoria Mantellassi che hanno conquistato i giudici sono due prestigiosi must dell’azienda di Magliano in Toscana: il passito “Ali Alè” e la riserva “La Querciolaia”.

Grande soddisfazione per Alì Alè, un vitigno che vide i natali nel lontano 1960 e che deve il suo fantasioso nome alle uve che lo compongono: l’Aleatico e l’Alicante. Dopo un breve fermo di produzione questo straordinario passito è tornato alla ribalta in tutta la sua piacevolezza grazie agli intensi profumi di frutta rossa e per il suo gusto dolce e ricco di sfumature.

Nato nel 1977, Querciolaia è un vino di grande longevità, vitigno Alicante, uno dei primi ad essere impiantato da Fattoria Mantellassi. Lo contraddistingue un gusto caldo, austero, morbido e vellutato. Un vino importante, perfetto per un menù di alta qualità.

“Labor omnia vincit”, il motto che accoglie i visitatori all’ingresso dell’Azienda, non si è smentito nemmeno questa volta, a dimostrazione che passione e professionalità premiano non solo il prodotto ma soprattutto il saper fare.