Utopia di un dialogo possibile

Utopia di un dialogo possibile


L’associazione culturale L’Officina delle buone idee

in collaborazione con la civica biblioteca

 presenta

 Utopia di un dialogo possibile

[Conversazione sui tempi presenti]

Intervista impossibile a Pier Paolo Pasolini e Jean Giono

di e con Maria Introini

e con Enzo Arìa e Pietro Colombi

3 novembre 2019, h. 17,00 

PoloCivicoCulturale di ValleCima

Piazza d’Europa Unita

27040 Cigognola

Ci parrà di essere tornati indietro nel tempo, e di partecipare ad una delle garbate Tribune elettorali trasmesse dalla gloriosa Rai.

Infatti, il lavoro cui assisteremo domenica 3 novembre al PoloCivicoCulturale di Valle Cima – Piazza d’Europa Unita 1 – Cigognola (inizio ore 17,00; ingresso libero) consisterà nell’intervista, condotta da una giornalista, a due personaggi di grande cultura: Pier Paolo Pasolini, scrittore, poeta, regista, giornalista, ospite scomodo della letteratura italiana, e Jean Giono, scrittore italo-francese noto soprattutto per quel capolavoro rappresentato da L’uomo che piantava gli alberi, una storia poetica, ricca di speranza e ottimismo.

L'idea di realizzare questo testo – racconta Maria Introini – è nata dalla lettura del libro, regalatomi da Laura [Ferrari, attrice prematuramente scomparsa, ndr], Lettera ai contadini sulla povertà e la pace, in cui ho colto affermazioni estremamente attuali, facilmente collegabili con alcune riflessioni di Pasolini, tratte dai suoi Scritti corsari e da articoli giornalistici, da me raccolti nei primi anni settanta. Non ho fatto altro che un lavoro di "montaggio" – prosegue la Introini –, come se una mano ispiratrice mi avesse guidata … Attraverso questo lavoro voglio sottolineare la validità, la lucidità e l’attualità di certe analisi e previsioni, soprattutto in tema di stravolgimenti politico-economici e di disastri socio-ambientali, che già alla vigilia del secondo conflitto mondiale e negli anni ’70 del secolo scorso venivano espresse rispettivamente da Giono e Pasolini.