Auguri alle DOC che compiono 50 anni nel 2020

 Auguri alle DOC che compiono 50 anni nel 2020


Nel 2013 abbiamo celebrato il Cinquantenario della approvazione della prima regolamentazione giuridica di tutela delle Denominazioni di Origine dei Vini (D.P.R. 930/1963). Risale infatti al 1963 l'elaborazione della L. 930 (in seguito modificata dalla 164/1992), curata particolarmente dal senatore casalese Paolo Desana che fu anche il primo presidente del Comitato Nazionale cui è affidata la gestione delle DOC. La ricorrenza rappresentava una preziosa occasione di riflessione sul ruolo delle denominazioni di origine ieri, oggi e domani, oltre ad offrire l'occasione di festeggiare vini e luoghi che hanno fatto la storia della nostra enologia. E, tra le numerose iniziative programmate dall'Associazione nazionale Città del Vino per quell’anniversario, ci fu anche la pubblicazione di un volumetto che raccontava le prime 50 Doc abbinandole a prodotti agroalimentari a denominazione protetta e a piatti della tradizione locale.

Da allora l’Associazione, che conta tra i suoi Comuni un gran numero di città legate ai disciplinari delle denominazioni storiche, ha voluto ogni anno ricordare i “compleanni” delle DOC.

Nel 2020 compiono i “cinquanta” i seguenti vini (elencati in ordine cronologico di approvazione del decreto istitutivo), che saranno celebrati con articoli, eventi e approfondimenti:

BARBERA D’ASTI (già DOC con DPR 09.01.1970, poi DOCG con DM 08.07.2008) - Piemonte

BARBERA DEL MONFERRATO SUPERIORE (già DOC con DPR 09.01.1970, poi DOCG con DM 27.06.2008) - Piemonte

BARBERA DEL MONFERRATO (DPR 09.01.1970) - Piemonte

RUBINO DI CANTAVENNA (DPR 09.01.70) - Piemonte

LAGO DI CALDARO O CALDARO (IN LINGUA TEDESCA KALTERERSEE O KALTERER)( DPR 23.03.1970) -Trentino-Alto Adige

GAMBELLARA (DPR 26.03.1970) -Veneto

GRECO DI TUFO (già DOC con DPR 26.03.1970, poi DOCG con DM 18.07.2003) - Campania

TAURASI (già DOC con D.P.R. 26.03.1970, poi DOCG con D.M. 11.03.1993) - Campania

SAN MARTINO DELLA BATTAGLIA (DPR 26.03.1970)- Lombardia e Veneto

LAMBRUSCO DI SORBARA (D.P.R. 1.05.1970) - Emilia-Romagna

LAMBRUSCO GRASPAROSSA DI CASTELVETRO (D.P.R. 1.05.1970) - Emilia-Romagna

LAMBRUSCO SALAMINO DI SANTA CROCE (D.P.R. 1.05.1970) - Emilia-Romagna

NEBBIOLO D’ALBA (DPR 27.05.1970) - Piemonte

BARBERA D’ALBA (DPR 27.05.1970) - Piemonte

COLLI ORIENTALI DEL FRIULI PICOLIT  (già DOC con DPR. 20.07.1970, poi  DOCG con DM 30.03.2006) - Friuli-Venezia Giulia

FRIULI COLLI ORIENTALI (DPR 20.07.1970) - Friuli-Venezia Giulia

FRIULI GRAVE (DPR 20.07.1970) - Friuli-Venezia Giulia

OLTREPÒ PAVESE METODO CLASSICO (già  DOC con DPR 06.08.1970, poi DOCG con D.M. 27.07.2007) - Lombardia

OLTREPÒ PAVESE PINOT GRIGIO (già tipologia della DOC “Oltrepò Pavese” con D.P.R. 6.08.1970, poi DOC con D.M. 3.08.2010) - Lombardia

OLTREPÒ PAVESE (con D.P.R. 6.08.1970) - Lombardia

PINOT NERO DELL’OLTREPÒ PAVESE (già tipologia della DOC “Oltrepò Pavese” con D.P.R. 6.08.1970, poi DOC con D.M. 3.08.2010) - Lombardia

BONARDA DELL’OLTREPÒ PAVESE (già tipologia della DOC “Oltrepò Pavese” con D.P.R. 06.08.1970, poi DOC con D.M. 03.08.2010) - Lombardia

BUTTAFUOCO DELL’OLTREPÒ PAVESE” O BUTTAFUOCO (già tipologia della DOC “Oltrepò Pavese” con D.P.R. 6.08.1970, poi  DOC con D.M. 3.08.2010) - Lombardia

COLLI ALBANI (Approvato con DPR 06.08.1970) - Lazio

MARINO (DPR 06.08.1970) - Lazio

SANGUE DI GIUDA DELL’OLTREPÒ PAVESE O SANGUE DI GIUDA (già tipologia della DOC “Oltrepò Pavese” con D.P.R. 6.08.1970, poi DOC con D.M. 3.08.2010) - Lombardia