Un inno alla spensieratezza

Un inno alla spensieratezza


Piccola azienda siciliana a conduzione familiare di Marsala, la capitale del vino, VIVO E MINNIFUTTU da sempre infonde valori quali l’amore per la cultura siciliana, la tradizione, il folclore e la buona tavola. L’idea nasce dal dottor Paolo Lentini, agronomo ed amministratore unico di Agrifarm 2012 srl, che selezionando le migliori uve siciliane ha dato vita non solo ad un’esperienza enogastronomica d’eccellenza, ma anche ad un nuovo brand in grado di raccontare la storia della sua amata terra.

Tre le etichette prodotte.

Il Minnifuttu Inzolia IGP Terre Siciliane, dal colore giallo paglierino, al naso si presenta delicato e fruttato, leggermente mosso, e in bocca è fresco con una buona acidità e presidenza. Ideale per gli aperitivi con formaggi e salumi delicati, ma l’abbinamento perfetto è con antipasti a base di pesce crudo e dal sapore delicato e con i risotti di pesce. Minnifuttu è una tipica espressione siciliana che letteralmente vuol dire “me ne frego”, ma il vero significato del termine è comunque intrinseco e si nasconde una vera e propria filosofia di vita. Minnifuttu vuol dire che non si deve sprecare tempo per le cose futili e arrabbiarsi per cose di poco conto, ma bisogna pensare solo alle cose importanti della vita, adottando un atteggiamento più rilassato nei confronti dei problemi e vivendo alla giornata allontanando ogni ansia e paura!

L’Assabinirica Nero d’Avola DOC, dal colore rosso rubino, è intenso e avvolgente di frutti rossi, buona acidità e persistenza, buona tannicità e ritorno di note speziate in bocca. Abbinamento con primi di pasta fresca con ragù di cinghiale e arrosti di carne con patate. Assabinirica è una formula di saluto della lingua siciliana, un termine sacro e di antichissime origini che letteralmente vuol dire Che Dio ti benedica. E’ un’espressione che un tempo si rivolgeva alle persone più anziane e che avevano una certa autorevolezza. Mostrando rispetto e riverenza richiamava inoltre la protezione divina.

Il Camurrìa Catarratto DOC, dal colore giallo intenso e fruttato di frutta a polpa bianca, in bocca si presenta fresco e minerale, con una buona acidità e complessità e una piccola nota amarognola. Abbinamento con pesce, antipasti semplici e frutti di mare, primi con condimenti ricchi e saporiti e risotti con verdure. Camurrìa si traduce in italiano con i termini “seccatura” o “noia”. E’ un’esclamazione ilare e per niente offensiva che indica un fastidio insistente e che si ripete nel tempo, che può portare all’impazienza e infine anche alla rabbia.