Lavorazioni a mano e coltivazioni senza prodotti nocivi

Lavorazioni a mano e coltivazioni senza prodotti nocivi


L’Azienda Agricola Virone è un’Azienda familiare fondata e condotta dal 1960 da Michelangelo Virone con la collaborazione dei figli. Lavorazioni eseguite a mano e coltivazioni senza utilizzo di prodotti nocivi: sono queste le caratteristiche che contraddistinguono i nostri vigneti, che sorgono a ridosso del mare, lungo la costa compresa fra la maestosa Valle dei Templi di Agrigento e la scala dei Turchi, nelle contrade di San Lorenzo, Ragabo, Narborello, Fauma Busacchio e Fauma Barancio.

Tutti i processi vengono effettuati manualmente, dall’estirpazione delle erbe infestanti, che avviene tramite zappatura, alla spollonatura, alla legatura fino alla raccolta dell’uva in cui selezioniamo accuratamente i grappoli. La felice posizione collinare posizione riceve le brezze marine che spazzano via l'umidità, consentendoci di tenere sotto controllo i parassiti intervenendo solo con tecniche manuali e prodotti naturali e di usare come unico trattamento lo zolfo al 95/100 consentito nel bio (anche se ci preme precisare che non siamo certificati bio). Nelle nostre tenute (circa 20 ettari, di cui 16 con impianti a vigneto) sono presenti anche olivi secolari, di qualità Ogliara, e nuovi impianti, di qualità Biancolilla, da cui si estrae a freddo un’extravergine fruttato intenso: profuma di storia e sprigiona il calore deciso della Sicilia, e di recente sono stati impiantati dei mandorleti, con innesto di mandorla a guscio “duro”, la varietà tipica del territorio.

Il nostro Nero d'Avola Sicilia DOC, ottenuto da uve ad alta gradazione zuccherina (può arrivare ad oltre 15 gradi alcolici), rivela un colore rosso amaranto con riflessi rubino e profumi sontuosi e caldi, di frutta matura con una vena speziata dolce in cui domina il sentore di cannella. In bocca presenta un gusto profondo, di gran spessore e struttura, elevata morbidezza. Che ne fa l’alleato ideale di tutti i piatti saporiti della tradizione culinaria regionale, carni alla brace e formaggi di buona stagionatura. Se affinato, sviluppa una trama tannica particolarmente raffinata ed elegante e diventa allora un magnifico rosso per l'abbinamento a piatti di carne elaborati ed intensi, piatti a base di funghi di bosco e nelle sue versioni più strutturate anche ad intensi piatti di selvaggina.